Torna in presenza il Noir in festival a Milano

Premio Chandler a Musso, proiezione di Diabolik di Manetti bros.
(ANSA) - MILANO, 25 NOV - La nuova edizione del Noir in festival, la 31a , si svolgerà a Milano dal 10 al 15 dicembre finalmente in presenza, dopo l'edizione 2020 online. Il festival riconquista la sala (al cinema Gloria, grazie alla disponibilità di Notorious Cinemas) e conferma la sua vocazione di luogo della formazione e della scoperta (mettendo il suo quartier generale nel campus di IULM): Il palcoscenico del Teatro Filodrammatici di Milano sarà usato per gli incontri letterari che toccheranno anche la Libreria Rizzoli Galleria. Infine, con il sostegno di Mompracem, Rai Cinema e 01 Distribution, in collaborazione con Astorina e grazie alla passione dei Manetti bros., ci sarà una chiusura "diabolika" anche al cinema Odeon. Sarà un festival rivolto al nuovo - spiegano gli organizzatori -, come testimonia la scelta di consegnare il Raymond Chandler Award, un vero "Nobel" della letteratura di genere, a un autore come Guillaume Musso, nato negli anni '70 e già acclamato in tutto il mondo. Non mancheranno i campioni riconosciuti del giallo e nero italiano: dal decano Loriano Macchiavelli a Carlo Lucarelli, da Donato Carrisi a Maurizio De Giovanni e Simona Vinci; ma molto è lecito attendersi dai cinque finalisti del Premio Giorgio Scerbanenco. Nell'ambito del festival, il cinema italiano mette in vetrina un inatteso fiorire di talenti (è stato più difficile di sempre scegliere i sei finalisti del Premio Caligari) e festeggia il suo campione assoluto, Dario Argento, tornato proprio in questi mesi a una nuova giovinezza creativa. E trova nel film Diabolik di Marco e Antonio Manetti un suggestivo incontro tra l'ineffabile anti-eroe creato dalle sorelle Giussani nei primi anni '60 (raccontate da Chiara Tagliaferri nel suo podcast attualmente online "Les diaboliques" di cui si parlerà al Noir) e un'estetica contemporanea del tutto personale come quella degli ormai mitici Manetti bros. (ANSA).
RT

Suggerimenti