Eruzione Canarie: aumentano le scosse, la più forte di 4.5

In tarda serata evacuati alcuni abitanti della zona del vulcano
(ANSA) - MADRID, 14 OTT - È aumentata nelle ultime ore l'attività sismica in una zona del sud-est di La Palma, isola delle Canarie colpita da un eruzione vulcanica dallo scorso 19 settembre: come registrato dall'Istituto Geografico Nazionale e riportato dai media iberici, dalla scorsa mezzanotte sono state registrate oltre 60 scosse, tra cui una di magnitudo 4.5, la più forte da quando è iniziato il fenomeno eruttivo. Secondo l'agenzia di stampa Efe, oltre a questa — registrata alle 3.27 (ora italiana) a 37 chilometri di profondità — sono state avvertite dalla popolazione almeno altre due scosse. Sinora, i responsabili del piano d'emergenza per l'eruzione hanno ripetuto più volte messaggi volti a tranquillizzare la popolazione, spiegando che lo sciame sismico legato all'attività del vulcano è situato in una zona precisa e limitata e quasi tutte le scosse avvengono ad alte profondità. Si tratta tuttavia di una situazione che genera certa inquietudine agli abitanti della zona, hanno riportato i media locali. Intanto, l'emissione di magma, gas e ceneri da parte del vulcano prosegue. Nella tarda serata di ieri, le autorità hanno ordinato l'evacuazione di alcuni abitanti del comune di Los Llanos de Aridane, in quanto le loro case sono state dichiarate a rischio per l'avanzata di una colata di lava. Secondo El País, si tratta di una quindicina di persone. (ANSA).
YRF-ACC

Suggerimenti