Affidarsi agli esperti
per ottenere il credito

By Athesis Studio

Mentre prende forma il Decreto liquidità del Governo, a fronte dell’emergenza Covid-19 le incognite e i passaggi legati all’ottenimento della liquidità per un’azienda, soprattutto Pmi, potrebbero non risultare sufficienti alla gestione del momento che stiamo vivendo. La contingenza e la tempestività di erogazione sono le chiavi di questa delicata fase. Un’azienda non può riferirsi soltanto a quanto oggi promosso dal governo, ma è tenuta anche a differenziare le proprie fonti di approvvigionamento di denaro in maniera chiara e limpida. Oggi questo obiettivo può essere colto grazie al ricorso a professionisti del campo della mediazione creditizia, che aiutano le aziende a diversificare i canali di approvvigionamento del credito. In particolare tramite quella che può essere definita la finanza smart e tramite canali bancari specializzati nelle operazioni di finanziamenti chirografari a medio termine, al fine di diversificare anche gli impegni con i propri istituti di credito. Diversificare le fonti di approvvigionamento di denaro significa, quindi, soprattutto diversificare i player che erogano crediti, senza dimenticare il ricorso a quella che viene definita finanza agevolata, ovvero l’insieme delle opportunità messe a disposizione dal pubblico indipendentemente dalle emergenze. Fra l’altro, il Decreto liquidità è uno strumento applicabile a ognuno di questi canali, compresa la finanza agevolata. Il ricorso a un soggetto di mediazione creditizia professionale aiuta anche a districarsi in un complesso quadro normativo e a portare a conoscenza delle aziende tutte le opportunità di credito presenti in base alle effettive capacità di merito creditizio. SA Finance, società bresciana di mediazione creditizia e consulenza, si occupa da diversi anni della diversificazione dei player a cui richiedere credito, nell’interesse dell’impresa richiedente. Un mondo ben riassunto su www.safinance.it.