Covid-19 e dichiarazione
redditi: le modalità
e le nuove scadenze

By Athesis Studio

A distanza e con nuove scadenze. La pandemia Covid-19, con il relativo distanziamento sociale applicato per contenere il contagio, ha cambiato diversi aspetti della nostra vita, a maggior ragione quelli economici. E anche la dichiarazione dei redditi seguirà le nuove regole. Innanzitutto, si prevede che i Centri di assistenza fiscale e i commercialisti potranno gestire a distanza l’attività di assistenza per la formulazione del 730, utilizzando modalità telematiche e dopo aver acquisito la delega sottoscritta dal contribuente. Resta l’obbligo di regolarizzare la documentazione quando l’emergenza sarà alle spalle, anche in formato elettronico.

LE SCADENZE
È stata poi fissata una nuova scadenza per presentare il modello 730 precompilato ai fini della dichiarazione dei redditi: il 30 settembre 2020. La proroga darà più tempo ai cittadini e alle imprese, che stanno fronteggiando una situazione inedita con annesse difficoltà. Resta invece fissata al 7 luglio la scadenza per il modello 730 ordinario, per i contribuenti che si avvalgono dell’assistenza fiscale del sostituto d’imposta. Dal 5 maggio l’Agenzia delle Entrate renderà disponibile il 730 precompilato online.

LA CASA
Un’altra misura riguarda il termine entro il quale chi ha comprato un immobile a tassazione agevolata (prima casa), deve trasferire la residenza al nuovo indirizzo. Il periodo standard è 18 mesi, ma il Decreto Liquidità congela i termini dal 23 febbraio scorso fino a fine anno.