C'è un «ospedale» dove vengono curati scoiattoli, lepri, civette

di Silvia Allegri
Il Cras di Lazise è il centro specializzato nella fauna selvatica
Una civetta curata dai volontari del Cras di Lazise
Una civetta curata dai volontari del Cras di Lazise
Una civetta curata dai volontari del Cras di Lazise
Una civetta curata dai volontari del Cras di Lazise

Tassi, scoiattoli, caprioli, lepri, poiane, civette, tartarughe, faine, gabbiani. Queste sono solo alcune delle tante specie soccorse in questo periodo al Cras di Lazise, il centro specializzato nella fauna selvatica e che vede attivi i volontari di Progetto Natura Verona Lago odv. Anche tra gli animali selvatici, dunque, si contano numerose vittime di incidenti stradali nella stagione invernale, anche se rispetto ad altri periodi dell'anno i pazienti sono in numero minore, grazie anche al fatto che molte specie vanno in letargo.

Quello degli animali incidentati è un problema serio: si è calcolato che avvengano circa 20mila incidenti all'anno con specie selvatiche coinvolte, in Italia, e le cifre aumentano se si considera che molti animali feriti o deceduti non sono stati nemmeno segnalati.

 

Le regole in caso di incidenti

Ma come ci si deve comportare per evitare di ferire o uccidere un animale per strada? Come sempre la regola più importante è il rispetto dei limiti di velocità: specialmente nelle strade di provincia e nelle aree verdi in pianura, collina e montagna è frequente imbattersi in animali che attraversano la strada e che, presi dal panico a causa di rumori e fanali delle auto, possono reagire anche immobilizzandosi.

Un'altra causa di incidenti è il cambiamento climatico: l'inverno troppo mite delle ultime settimane ha portato molte specie a un risveglio precoce dal letargo, e la recente ondata di freddo li ha resi quindi ancora più fragili e vulnerabili, con bassissime difese. Si ricorda che prestare soccorso, quando si trova un animale ferito, è obbligatorio, e se un cittadino si imbatte in una situazione di difficoltà o è coinvolto in un incidente con specie selvatiche è tenuto a rivolgersi al Cras locale oppure ad avvisare le forze dell'ordine, ossia Carabinieri e Polizia provinciale competente.

Per conoscere il lavoro di Progetto Natura Verona Lago si può consultare l'omonima pagina su Facebook e Instagram. Che è sempre alla ricerca di nuovi volontari per garantire le cure necessarie a tutti gli ospiti.