Scienza e tecnologia

Esplosione solare, una tempesta geomagnetica sulla Terra

Tempesta solare, i rischi per la Terra

L’allerta della Nasa tra la notte di Halloween appena trascorsa e il 1° novembre: il pianeta sarà raggiunto da un intenso flusso di particelle energetiche. La Terra, quindi, potrebbe essere investita da una tempesta geomagnetica di classe G3, tra le più potenti. Uno spettacolo della natura, ma un possibile incubo per la tecnologia.

 

 

 

Le conseguenze dell'intenso flusso di particelle energetiche possono variare: da quelle più lievi, come lo spettacolare fenomeno delle aurore boreali, alle più gravi, come probabili problemi ai satelliti e nella ricezione Gps. Ma anche interferenze nelle comunicazioni radio e agli apparecchi elettronici, fino al blackout.

La Nasa, infatti, ha diramato l'allerta per un possibile blackout dopo che il brillamento solare ha interrotto le trasmissioni radio in America Latina nella giornata del 30 ottobre. Tuttavia, rassicura sempre l'agenzia governativa Usa responsabile del programma spaziale e della ricerca aerospaziale, che queste radiazioni sono troppo lontane per penetrare l'atmosfera e colpire fisicamente gli esseri umani.