Marte: conto alla rovescia per il rover che cerca la vita

Conto alla rovescia per la missione della Nasa che va a cercare la vita su Marte e che apre la strada a una staffetta destinata a portare sulla Terra, nel 2031, i primi campioni di rocce marziane. A cercare le tracce di una vita passata nel bacino di un antichissimo lago, che ora è il cratere Jazero, è Perseverance. È il quinto rover che l’agenzia spaziale americana invia sul pianeta rosso e che si prepara ad affrontare i "sette minuti di terrore" che alle 21.55 italiane lo porteranno sul suolo marziano in quella che la Nasa definisce la manovra più precisa di sempre per raggiungere il suolo marziano.

«Anni per preparare questa missione e poi ci si gioca tutto in 420 secondi», ha osservato Raffaele Mugnuolo, responsabile dell’ufficio Missioni robotiche di esplorazione dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), in una diretta web organizzata dall’Asi. La discesa attraverso l’atmosfera su Marte e poi l’arrivo al suolo è infatti una manovra ancora molto difficile e rischiosa, tanto che si calcola che il 40% dei tentativi fatti finora abbia avuto successo.