La strage

Russia, sparatoria in una scuola, tredici morti tra cui sette bambini. Putin: «Atto terroristico disumano»

L’aggressore si sarebbe suicidato secondo quanto riferisce il governatore locale
Putin: "Atto terroristico disumano"
Putin: "Atto terroristico disumano"
Russia, sparatoria in una scuola: tra i morti anche dei bambini

Sparatoria in una scuola della città russa di Izhevsk, capitale della Repubblica dell’Udmurtia: tredici persone sono state uccise, tra queste ci sono anche sette bambini; ventuno i feriti, quattordici dei quali sono piccoli allievi. e 20 feriti. Lo riportano i media russi. L’aggressore, scrive la Tass, si sarebbe suicidato secondo quanto riferisce il governatore locale.

La sparatoria nella scuola russa di Izhevsk è "un atto terroristico disumano", ha dichiarato il presidente Vladimir Putin.