CONTROLLI SULLA BREBEMI

Senza patente né assicurazione e con 600 chili di rame di dubbia provenienza

Il 27enne si spostava violando le norme anti Covid e l'auto era senza revisione
I furti di rame sono ancora una realtà
I furti di rame sono ancora una realtà
I furti di rame sono ancora una realtà
I furti di rame sono ancora una realtà

 

 

Guidava violando le limitazioni Covid, era senza patente di guida perché non l'aveva mai conseguita. Inoltre il il veicolo era privo di assicurazione e di revisione. Sarebbe bastato questo invece sulla Brebemi  gli agenti della Polstrada del Distaccamento di Chiari non solo grazie ai controlli l'hanno fermato ma hanno anche scoperto che teneva nascosti in aut, sotto un telo nero, ben 600 chilogrammi di fili di rame di cui non ha fornito alcuna documentazione.

Il guidatore a bordo di una Fiat Multipla, un cittadino rumeno 27enne, è stato denunciato a piede libero per ricettazione e sanzionato per una somma complessiva di 6.229 euro.

La merce è stata sequestrata, il veicolo sottoposto a fermo per 3 mesi e a sequestro amministrativo.

In questi giorni in un'altra zona della provincia, in Valcamonica, una pattuglia del Distaccamento di Darfo Boario Terme durante in controllo nel territorio di Bren ha invece denunciato un cinquantasettenne di origine sarda: la patente di guida è risultata falsificata. Documento sequestrato, fermo per il veicolo. Il conducente dovrà pagare 5000 euro.