Finalmente rimossi i simboli fascisti

Egregio direttore, durante la seduta del Consiglio Comunale del 10 febbraio scorso il sindaco di Desenzano del Garda, Guido Malinverno ha comunicato alla cittadinanza desenzanese di aver dato riscontro a un’interrogazione promossa dai consiglieri di minoranza del Partito democratico, Maffi e Bertoni con la precisa richiesta di far rimuovere simboli fascisti (bandiera fascista con croce runica e due fasci littori) esposti in «bella vista» sul balcone di una abitazione prospiciente una strada pubblica nella frazione di Rivoltella. Questa oltraggiosa consuetudine si protraeva da anni. È con sollievo costituzionale che prendiamo atto della chiusura di questa parentesi insostenibile che ancora una volta ci presenta il conto di una apparente libertà di espressione che ignora quanto in Italia sia reato inneggiare anche con l’uso di simboli, gesti o epiteti, il fascismo. Ringrazio pertanto il Sindaco che, in qualità di garante delle istituzioni in cui ci riconosciamo, è intervenuto dando prova di responsabilità civile. Colgo altresì l'occasione per informare i lettori di Bresciaoggi che l’Anpi, impegnata contro i disvalori del nazismo e del fascismo, sta promuovendo da tempo atti politici concreti di contrasto alla diffusione di messaggi che hanno lo scopo di distorcere le verità storiche. Al proposito ricordo che il comune di Sant’Anna di Stazzema, emblema tra i massimi della barbarie nazifascista, attraverso il suo Sindaco, ha predisposto una proposta di legge di iniziativa popolare contro la propaganda nazista e fascista. Anpi Desenzano è coinvolta in questa iniziativa e si sta impegnando nella raccolta delle 50.000 firme richieste. Sebbene il momento, causa pandemia, sia impegnativo, invitiamo tutti i cittadini a recarsi presso l’ufficio anagrafe a firmare la petizione, previa prenotazione, chiamando il numero 030 9994206 Come associazione, stiamo organizzando anche l’allestimento di un gazebo per rendere più agevole la raccolta firme. Sarà nostra cura avvisare la cittadinanza dei giorni di raccolta delle firme non appena avremo concordato le date in programma. Miryam Fattori Presidente Anpi sezione Desenzano