Bresciaoggi
nel cuore del
quartiere Abba

di Marta Giansanti
Il sindaco Emilio Del Bono accanto a Marta Giansanti di BresciaoggiUna sessantina le bancarelle allestite in via  Sant’EmilianoComplice la bella giornata, in tanti hanno visitato il mercato  FOTOLIVE
Il sindaco Emilio Del Bono accanto a Marta Giansanti di BresciaoggiUna sessantina le bancarelle allestite in via Sant’EmilianoComplice la bella giornata, in tanti hanno visitato il mercato FOTOLIVE
Bresciaoggi al quartiere Abba (Fotolive)

Seconda fermata: quartiere Abba. Dopo Casazza il «pit stop» dello «Street News» del Bresciaoggi è stato nel mercato di via Sant’Emiliano. Un rifornimento di storie di vita vissuta nel quartiere, aneddoti, quesiti e di richieste. Nella zona a nord della città si respira un’aria rilassata e amichevole, quasi come in un piccolo paesino della provincia, dove non esistono segreti perché tutti si conoscono. Un’allegria e una serenità coinvolgenti amplificate dalla presenza chiassosa dei tanti ambulanti intenti a vendere la propria merce.

 

UN SERPENTONE di bancarelle, una sessantina in tutto, poste l’una di fronte l’altra fino a raggiungere quasi la residenza del Maestro, il più bravo pasticcere al mondo: Iginio Massari. Scorrono così le ore della mattinata nel tradizionale mercato settimanale del giovedì mattina che ieri ha vissuto una novità che non è passata inosservata: la presenza del gazebo del Bresciaoggi. In prima fila, posto all’inizio della «via dello shopping», non si poteva non notare e la sosta al suo interno si è rivelata una costante per la maggioranza dei cittadini. Curiosità, voglia di raccontarsi e di raccontare, leggere il quotidiano. Tantissimi hanno detto la loro: a volte lamentandosi ma molto più spesso elogiando la pace e il «bel vivere» che caratterizza il rione. L’intento di chi era uscito solo per fare acquisiti, guardare qualche bancarella per poi tornare a casa si è trasformato in qualcosa di diverso, rivelandosi un momento divertente e di intrattenimento. A dare una mano il bel sole che ieri splendeva sulla città che ha concesso a tutti di concedersi una mattinata senza fretta. In tanti si sono fermati, lasciandosi andare tra una battuta e l’altra, senza timore del temporale, senza dover scappare da un momento all’altro. Almeno fino all’ora di pranzo.

 

TRA LE TANTE visite ricevute ieri anche quella del sindaco Emilio Del Bono che si è fermato a dialogare con i «suoi» cittadini nel salottino del gazebo. Ha raccolto richieste e fatto promesse. Una su tutte: una nuova isola ecologica nei pressi delle poste. Si è poi concesso un giro al mercato facendo da Cicerone al vicedirettore del Bresciaoggi Riccardo Bormioli: «L’espansione edilizia e lo sviluppo del quartiere hanno avuto inizio nel dopoguerra, popolato principalmente da operai e impiegati - ha spiegato-. Nel tempo si è trasformato in un bel quartiere residenziale, con molto verde e ben servito. Tra i servizi garantiti c’è questo mercato, un’attrazione, che raccoglie attorno a sè anche i residenti di Urago Mella», ha aggiunto Del Bono. In effetti, sono molti a considerare Abba ed Urago Mella un solo quartiere, riuniti anche sotto lo stesso Cdq. Ma, quello del quartiere Abba, resta sostanzialmente un'area residenziale che, secondo l’edicolante Mara Potassa, avrebbe bisogno di «un maggiore coinvolgimento della cittadinanza attraverso l’organizzazione di eventi ed iniziative». Una difficoltà che si riscontra a causa di una scarsa informazione. «Le iniziative vengo sponsorizzate poco e male, per questo metto a disposizione la mia edicola nel tenere e dare volantini ai residenti», ha proposto. Si è conclusa così la seconda tappa; e se il buongiorno si vede dal mattino, il successo sarà garantito anche domani a San Polo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Suggerimenti