L'evento

Al via il Food&Science Festival a Mantova: il programma

Food & Science

 Da domani, 19 maggio, fino a domenica 21 maggio sarà Food&Science Festival, l’evento unico di divulgazione scientifica che animerà le vie e le piazze di Mantova con incontri, laboratori, visite guidate, spettacoli, mostre, installazioni e degustazioni. A esplorare i Confini che separano e uniscono cibo e scienza, numerosi scienziati, accademici, divulgatori, ricercatori, esponenti istituzionali e professionisti di settore che racconteranno i progressi di una scienza che s’interroga sul futuro, sui bisogni del pianeta e della società, sulla produzione e il consumo alimentare. Promosso da Confagricoltura Mantova, ideato da FRAME – Divagazioni scientifiche e organizzato da Mantova Agricola, il Festival propone incontri fin dal mattino del primo giorno, venerdì 19 maggio.

Si inizia infatti alle ore 9 in Piazza Leon Battista Alberti, con lo spettacolo-conferenza a cura di Tecnoscienza Come va l’ambiente? Chiedilo alle api!, nel corso del quale interverrà il giornalista scientifico Lorenzo Monaco. Osservate speciali dell’indagine BeeNet, saranno le piccole creature ronzanti a fornire una nuova prospettiva sui pericoli della biodiversità. A seguire, alle ore 10.30 nella stessa piazza, La sostenibilità del cibo sarà invece oggetto dell’incontro con la biologa nutrizionista Chiara Matilde Ferrari, che spingerà il pubblico del Festival a riflettere sulle proprie scelte alimentari per ridurre il proprio impatto sull’ambiente.

Spostandosi al Teatro Scientifico Bibiena alle ore 11, moderati da Emiliano Audisio, Luisella Altare (Head of Corporate Italy UniCredit), Alberto Cortesi (Presidente Confagricoltura Mantova), Paolo Corradi Amministratore Delegato Corradi & Ghisolfi), Matteo Lasagna (Vicepresidente nazionale Confagricoltura), Simona Maretti (Responsabile IFOA – Istituto Formazione Operatori Aziendali – Sede di Mantova), Giampaolo Morittu (Senior Specialist Prometeia), Stefano Sala (Head of Territorial Development Lombardia UniCredit), Alessandro Tosi (Corporate Service Model UniCredit) e Marco Wallner (CEO Office Italy/Responsabile progetto “Together4Energy” UniCredit) saranno i protagonisti del Forum delle Economie – Agrifood EXPerience a cura di Unicredit, dove si parlerà delle nuove frontiere della filiera agroalimentare italiana, specialmente dal punto di vista energetico e digitale. Poco dopo, di nuovo in Piazza Leon Battista Alberti, alle 11.15, si discute di matematica e fisica per il futuro del sistema Terra con le lead authors del sesto rapporto IPCC - Intergovernmental Panel on Climate Change - Annalisa Cherchi e Susanna Corti, che prenderanno spunto dal loro ultimo libro, Clima 2050 (Zanichelli, 2022).

Primo incontro pomeridiano è quello a cura di Syngenta, che porta a Mantova l’Open Science dedicato all’agricoltura rigenerativa, con lo scopo di raccontare come questo modello promuova la diversificazione delle metodologie, delle coltivazioni e dei siti produttivi, consentendo al sistema agricolo quella elasticità e resilienza necessarie di fronte al fabbisogno dei territori. A parlarne, Stefano Brenna, Responsabile Settore Ricerca e Innovazione dell’ERSAF, Antonio Dente, Ersilia Di Tullio, Senior Project Manager – Nomisma, l’On. Maria Chiara Gadda, Giovanni Gioia, presidente dei Giovani di Confagricoltura, l’imprenditrice agricola Deborah Piovan, Giovanni Povero, Amedeo Reyneri, Vincenzo Tabaglio, Docente dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e rappresentante del gruppo SETA, Massimo Scaglia, Business Unit Head e Amministratore Delegato di Syngenta Italia, e Stefano Vaccari (Palazzo della Ragione, ore 14.30). Invece, durante l'incontro Albo Grana Padano foraggi e mangimi, al quale presenzieranno il presidente del Consorzio Tutela grana Padano Renato Zaghini, Stefano Berni e il tecnologo alimentare Angelo Stroppa, verrà presentato l'accordo siglato tra il Consorzio e Assalzoo per l'istituzione dell'Albo dei fornitori di foraggi e mangimi per le bovine da latte destinato alla trasformazione in Grana Padano DOP (Sala delle Lune e dei Nodi, ore 15).

Proseguendo, nella splendida cornice del principale Teatro cittadino, si svolge l’inaugurazione del Food&Science Festival. Come da tradizione, a partire dalle 17, dopo i saluti di apertura e il taglio del nastro del Presidente di Confagricoltura Mantova Alberto Cortesi, dell’Assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia Alessandro Beduschi e di Andrea Murari, Assessore all’Ambiente del Comune di Mantova, tanti momenti di incontro e confronto per dare ufficialmente il via alla settima edizione. Si inizia alle 17.20 con un panel dal titolo Innovazione e competitività del settore agricolo: la visione europea e le sfide internazionali, a cui parteciperanno Raffaele Giaffreda (Chief IoT Scientist alla Fondazione Bruno Kessler e coordinatore europeo del progetto AgrifoodTEF), Danilo Porro (Direttore dell'IIBFM-CNR e rappresentante nazionale nel Comitato di Programma di Horizon Europe Cluster 6), Daniele Rossi (Presidente del Gruppo Ricerca e Innovazione del Copa Cogeca), Giovanni Toffoli (Presidente di Assofertilizzanti – Federchimica), Riccardo Vanelli (Presidente Agrofarma – Federchimica), seguiti alle 17.50 da Vittoria Brambilla (Università Statale di Milano e fondatrice gruppo SETA), Herbert Dorfmann (Capogruppo Ppe alla Commissione Agricoltura del Parlamento europeo), Edgardo Filippone (Università di Napoli e Presidente della Società Italiana di Genetica Agraria), Sandra Gallina (Direttrice generale Dg Sante Commissione Europea, in collegamento web), Anna Meldolesi (Giornalista scientifica), Michele Morgante (Università di Udine e Direttore Scientifico dell'Istituto di Genomica Applicata) e Mario Pezzotti (Università di Verona e Direttore del Centro Ricerca e Innovazione della Fondazione Edmund Mach), insieme per parlare di normativa e progresso, all’interno del panel L’opportunità delle TEA: regole al passo con l’innovazione. A seguire, la consegna del premio Agricoltura mantovana: a riceverlo quest’anno è Antonio Boschetti, direttore dell’Informatore Agrario, atteso sul palco alle 18.30. Infine, conclude la giornata la riflessione sul ruolo dell’Italia nella ricerca agroalimentare del Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste Francesco Lollobrigida e di Massimiliano Giansanti, Presidente nazionale Confagricoltura (ore 18.45).

E INOLTRE…

Mostre, installazioni e laboratori per una scienza da vedere, ascoltare e toccare, e che arricchisce il calendario di appuntamenti del Food&Science Festival con tante esperienze interattive adatte a grandi e piccoli. Domani, per esempio, riservati alle scuole, si terranno: la mostra Ricercalcubo, a cura di Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro e in collaborazione con Associazione ToScience e TheFabLab (Loggia dei Mercanti di via Goito, dalle 9 alle 13, visite ogni ora), grazie alla quale sarà possibile addentrarsi nei laboratori che hanno fatto la differenza nella lotta ai tumori, scoprendo le tappe più importanti di questo lungo percorso di ricerca; i laboratori Bio Detective, a cura di Multiversi e in collaborazione con Regione Lombardia (Piazza Leon Battista Alberti, Salette, ore 9 e 10.45), nel corso del quale bisognerà risolvere il mistero del buon cibo rubato, Io vivo sano, a cura della Fondazione Umberto Veronesi, in cui si parlerà di buone abitudini alimentari e di attività fisica (Sala delle Capriate, Sala delle Capriate, ore 9 e 10.30), In giro per il mondo: cibi e cultura di Esselunga, grazie al quale sarà possibile scoprire culture e abitudini culinarie nuove ed esotiche (Piazza Erbe, ore 9, 10 e 11), i laboratori con degustazione dei consorzi, Grana Padano DOP: un tesoro da mangiare, (Piazza Concordia, ore 9 e 10) e A scuola di Parmigiano Reggiano, (Piazza Marconi, ore 10 e 11), rispettivamente a cura del Consorzio Tutela Grana Padano e del Consorzio Formaggio Parmigiano Reggiano, e l’appuntamento con la magia del latte di The milk show, a cura di Granarolo (Piazza Leon Battista Alberti, Sala delle Capriate, ore 9, 10, 11 e 12). E ancora, a cura di Granarolo è anche la mostra fotografica Di mamma ce n’è una sola. Ma a volte ne servono di più. 10 anni di Allattami (Piazza Leon Battista Alberti, Sala delle Capriate, dalle 9 alle 13), progetto nato in collaborazione con l’IRCCS Policlinico di Sant’Orsola di Bologna, con l’obiettivo di donare latte umano ai neonati prematuri ricoverati in terapia intensiva neonatale. Invece, con la mostra Economia Circolare: Conosci, Comunica e Cambia!, a cura di LTO Mantova e Rete Alternanza/PCTO Mantova, sarà possibile ammirare le graphic novel e i video realizzati da 203 studenti delle 10 scuole mantovane (Belfiore, Fermi, Giulio Romano e Pitentino di Mantova Manzoni di Suzzara, Strozzi di San Benedetto Po, Greggiati di Ostiglia, Dal Prato di Guidizzolo, Forma e Gonzaga di Castiglione delle Stiviere), con l’obiettivo di diffondere e promuovere un modello di produzione e consumo sostenibile (Piazza Leon Battista Alberti, dalle 9 alle 13). Infine, l’installazione La forma dell’acqua, a cura del Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino, realizzata in collaborazione con Université Grenoble Alpes, Istituto Nazionale di Astrofisica e con il sostegno di Gruppo Tea, farà scoprire al pubblico del Festival l’origine della vita sul pianeta ripercorrendo il viaggio interstellare compiuto dal composto fino alla Terra, ma anche di addentrarsi nella struttura di una molecola di H2O, grazie a un sistema di realtà virtuale immersiva (Loggia dei Mercanti di via Goito, dalle 9 alle 13).

Il Festival è promosso da Confagricoltura Mantova, ideato da FRAME – Divagazioni scientifiche e organizzato da Mantova Agricola. Si avvale di Ministero dell'agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, MASE – Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica, Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Comune di Mantova, Cnr – Consiglio Nazionale delle Ricerche, SIGA – Società Italiana di Genetica Agraria, Camera di Commercio di Mantova, Confcommercio Mantova, Confesercenti della Lombardia Orientale (che supporta il Festival attraverso convenzioni ad hoc), Fondazione Banca Agricola Mantovana e Fondazione BPA Poggio Rusco come partner istituzionali. Main partner sono Syngenta, Gruppo Tea, Esselunga, Consorzio Formaggio Parmigiano Reggiano e Consorzio Tutela Grana Padano; sponsor sono UniCredit, Granarolo, Assofertilizzanti – Federchimica, Agrofarma – Federchimica e Inalca; supporter Aispec - Federchimica e Progetto LIFE C-FARMs. Sponsor tecnici De Simoni, Arche 3D, Gruppo Bossoni. Media partner Rai Radio 3, Gruppo editoriale Athesis e Radio Pico.

Suggerimenti