A Comezzano-Cizzago stanno cadendo le palle

La risposta pronta è: sapeste a noi! Ma quelli di Comezzano Cizzago insistono: dicono che stanno veramente per cascargli le palle, sul serio, a loro e soltanto a loro. Ma scatta di nuovo la risposta in automatico: sapeste a noi! E invece hanno ragione loro: nella piazza del paese, a ornamento delle balaustre sopra le panchine, ci sono queste palle di marmo da 50 chili che sono diventate instabili e rischiano di cascare (ma ancora: sapeste le nostre!). Se cadono in testa a un bambino, poverino, lo sfrittellano. Se ti cascano su un piede ti azzoppano da andar via zoppo finché campi, se campi. Segnalato al Comune il pericolo, si è scoperto che era già successo anni fa: già allora rischiavano di cadergli le palle, poi riattaccate alla «Dio ci salvi» con un po’ di silicone, che alla lunga non regge più. Un po’ come certi governi, che alla lunga si scollano e cadono. Come le palle di Comezzano. Ma sapeste le nostre!