CHIUDI
CHIUDI

05.04.2020

Anziani a rischio salvati dal Coc

Il Centro operativo comunale di Ghedi in prima linea nell’emergenza
Il Centro operativo comunale di Ghedi in prima linea nell’emergenza

La rete di protezione intessuta grazie al Centro operativo comunale tra Protezione civile e Servizi sociali di Ghedi è riuscita a risolvere in questi giorni molte situazioni familiari vicine al punto di non ritorno. Due i casi emblematici degli oltre 200 interventi gestiti dal Coc. Una 80enne con il figlio ricoverato in rianimazione per aver contratto il Coronavirus è rimasta vittima di una caduta in casa ritrovandosi senza nessun aiuto, impossibilitata a badare a se stessa. Dopo una lunga opera di mediazione, la Protezione civile e i funzionari municipali hanno convinto la Casa di riposo ad ospitare l’anziana. Un traguardo tutt’altro che scontato, considerato che la Rsa aveva bloccato l’accettazione. La rete di emergenza è venuta in aiuto anche di una coppia di pensionati. Già prima dell’emergenza il marito si trovava costretto a letto per una patologia cronica, mentre la moglie era costretta a fare i conti con problemi di salute sempre più seri. L’inizio dell’epidemia ed il graduale aggravarsi delle malattie dei due coniugi, che richiedevano entrambi un’assistenza continuativa, hanno reso la situazione ingestibile. Nonostante la carenza di posti letto, è scattata la ricerca di una struttura disposta ad accogliere l’anziana. Il Coc alla fine ha trovato una soluzione facendo ricoverare la pensionata in un ospedale. I medici hanno appurato che la paziente, oltre alle patologie pregresse, aveva contratto il Coronavirus. Le sue condizioni, nonostante l’età avanzata, migliorano. Il marito nel frattempo viene accudito dai volontari. Ieri è scattata intanto la distribuzione del kit per le persone in quarantena composto da mascherine, guanti in lattice, disinfettante e sacchi per i rifiuti. Il materiale è frutto delle donazioni al Comune di aziende e privati. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1