MOBILITA'

Brescia - Parma: inaugurato il Colleoni, treno sostenibile

Da domani effettuerà 6 corse al giorno sulla linea. I posti a sedere sono 168. Grazie ai convogli ibridi diesel - elettrici ridotti i consumi e le emissioni

È entrato in servizio questa mattina sulla linea Brescia-Piadena-Parma il nuovo treno Colleoni. Si tratta di una tipologia di convogli ibridi diesel-elettrici di ultima generazione, finanziati da Regione Lombardia e destinati alle linee non elettrificate. L’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Terzi ha partecipato al viaggio inaugurale, partito da Brescia alle 9.46. A partire da domani il nuovo Colleoni effettuerà 6 corse al giorno sulla linea, su cui il servizio complessivo è di 34 corse giornaliere.

Gli investimenti e le emissioni

Regione - ha spiegato Terzi - ha investito 2 miliardi di euro per rinnovare la flotta con l’acquisto di 222 treni nuovi, di cui 68 sono già in servizio. Dei 222 nuovi convogli, 30 sono della tipologia Colleoni. Questi convogli,  grazie alle batterie e alla trazione diesel-elettrica, possono entrare e uscire dalle stazioni con emissioni ridotte. Non solo. Rispetto all’attuale flotta diesel, il consumo di carburante si riduce del 30%.Molto significative anche le minori emissioni di CO2: -12.400 tonnellate/anno (come 8.600 auto).

Sulla Brescia - Parma

"Per la Brescia-Parma – ha sottolineato ancora - è il primo passo verso un progressivo e importante cambiamento: nelle prossime settimane sulla linea saranno introdotti ulteriori treni nuovi, che poi raggiungeranno anche il bacino pavese. Sulla Brescia-Parma, i convogli di ultima generazione sostituiranno le vetuste Aln 668, che circolano dagli anni 70 e 80: treni vecchi ereditati dallo Stato centrale”.

Il treno

Il Colleoni conta 168 posti a sedere e 8 postazioni per biciclette nella composizione standard a 3 vetture. MIGLIORI PRESTAZIONI E SOSTENIBILITÀ - Il posizionamento dei motori al centro del treno garantisce inoltre un grande comfort per i passeggeri: rumori e vibrazioni non vengono trasmessi alle carrozze. Elevato inoltre il ricorso a materiali riciclabili, pari circa al 93%. Il treno è dotato di illuminazione LED, prese 220V e USB, sistema di informazione a passeggeri, telecamere per la videosorveglianza e un sistema di assistenza luminosa che segnala apertura e chiusura delle porte. L’accessibilità per le persone a mobilità ridotta è resa agevole da pedane scorrevoli, che compensano la distanza tra porta e banchina.