Cadono le accuse: assolto dal falso il sindaco Spoti

Franco Spoti è stato assolto
Franco Spoti è stato assolto

Per la procura avrebbero alterato l’esito di sopralluoghi a cui avrebbero proceduto nel 2018 dove era stato realizzato un portico e altre opere edili. Per questo il sindaco di Pralboino e due tecnici del Comune bassaiolo erano accusati di falso e abuso d’ufficio. Ieri, al termine dell’udienza preliminare celebrata davanti al gup Cristian Colombo, tutti e tre sono stati assolti perché «il fatto non sussiste». Per gli inquirenti Spoti e i due tecnici comunali avrebbero attestato che i lavori in corso avrebbero corrisposto ai titoli amministrativi abilitativi. Una valutazione contestata dal consulente incaricato dalla procura secondo cui i lavori in corso erano difformi dal permesso di costruire in sanatoria. PER L’ACCUSA avrebbero così intenzionalmente procurato un ingiusto vantaggio ai proprietari dell’immobile omettendo inoltre di dare seguito all’ordinanza di demolizione delle opere realizzate in difformità al titolo stesso di Davanti al giudice erano finiti anche i proprietari dell’immobile finito nel mirino della magistratura per un presunto abuso edilizio. Anche per loro è arrivato un verdetto di assoluzione.La ricostruzione fornita dagli inquirenti era sempre stata contestata dal sindaco e dalle altre quattro persone coinvolte nella vicenda venuta a galla nei mesi scorsi. Il giudice dell’udienza preliminare ha dato loro ragione. Venuto meno l’abuso edilizio, a cascata, sono cadute anche le accuse di falso e abuso d’ufficio contestate al primo cittadino. •

PA.CI.