CHIUDI
CHIUDI

04.12.2019

Rapina notturna
all’autogrill Pistole
e terrore per 600 euro

La stazione di servizio di Calcinato lungo la «A4» presa di mira dai rapinatori
La stazione di servizio di Calcinato lungo la «A4» presa di mira dai rapinatori

Pochi istanti di paura e tensione altissima per un bottino davvero misero. È la sintesi estrema dell’assalto a mano armata che nella notte tra lunedì e ieri ha seminato il terrore allo «Chef Express», una delle stazioni di servizio che si affacciano sulla «A4» in territorio di Calcinato. Poco dopo le 2, due persone con il volto coperto e armate sono scese da un’automobile appena parcheggiata davanti alla stazione di servizio, e hanno fatto irruzione mentre un terzo complice aspettava al volante.


GLI ESECUTORI materiali dell’assalto si sono diretti alla cassa puntando le pistole in faccia all’addetto di turno, e intimandogli di consegnare il denaro presente. Fortunatamente il commesso ha mantenuto il controllo e ha consegnato i contanti, e altrettanto fortunatamente gli assalitori, probabilmente dei «dilettanti» visto come è andata a finire, si sono accontentati dei circa 600 euro che hanno ricevuto in consegna. Un bottino scarso, appunto, ottenuto il quale i rapinatori hanno lasciato la scena, e sono risaliti in macchina per poi allontanarsi in autostrada in direzione Venezia. Il primo casello in uscita non era molto lontano, e una volta tornati sulla viabilità normale sono riusciti a far perdere le loro tracce, magari cambiando veicolo. In pochi minuti nell’autogrill di Calcinatello è arrivata una pattuglia della polizia stradale di Verona, affiancata dai carabinieri della vicina stazione di Calcinato. Agenti e militari hanno raccolto la testimonianza del personale dell’area di servizio, che è di piccole dimensioni ed effettua solo il servizio di bar e ristorazione, senza pompe di carburante, e poi hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza. È la stradale di Verona a coordinare le indagini di un assalto da un certo punto di vista inconsueto. Perché contrariamente a quanto ipotizzato in un primo tempo, i rapinatori non sono entrati da via Campagna, ovvero dalla stradina buia di Calcinatello lungo la quale c’è un cancellino spesso aperto che permette di entrare nel piazzale dell’autogrill. Come detto hanno utilizzato direttamente la A4. Una volta tanto via Campagna non ha fatto insomma da sfondo a episodi di illegalità: questo collegamento è in effetti spesso utilizzato dagli spacciatori, che incontrano qui i propri clienti, e purtroppo anche da non pochi pirati dei rifiuti che nel tempo hanno abbandonato di tutto.

Valerio Morabito
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1