CHIUDI
CHIUDI

10.07.2020

Centrosinistra, l’«usato» sicuro ha fatto il pieno di benzina verde

«Uniti per Roncadelle» si è presentata ufficialmente l’altra sera
«Uniti per Roncadelle» si è presentata ufficialmente l’altra sera

A Roncadelle si è aperta ufficialmente la campagna elettorale verso le amministrative d’autunno. La prima a scattare dai blocchi di partenza della «maratona» che mette in palio la fascia tricolore è stata la lista civica di centrosinistra «Uniti per Roncadelle che sostiene il candidato sindaco Roberto Groppelli, avvocato civilista di 43 anni. Una scelta all’insegna della continuità consideratto che la civica affida le sue chance di vittoia all’assessore uscente con deleghe a Cultura, Sicurezza e Sport. Il parco delle Montagnette in via Marconi, ha fatto da cornice l’altra sera alla presentazione di una squadra giovanissimi: i componenti, candidato sindaco escluso, sono alla primissima esperienza politica. Rispetto alle ultime tornate elettorali, l'età media degli aspiranti consiglieri comunali è più bassa, assestandosi sui 40 anni. Già assegnati i ruoli in caso di successo. L’incarico di vicesindaco sarà affidato a Nadia Belleri, 40anni, mentre Bianca Anni (27 anni) e Davide Bassini (26 anni) sono i candidati più giovani. A SOSTENERE la lista personaggi del calibro di Agostino Zanotti che guida l'associazione umanitaria «Adl a Zavidovici» che gestisce molti progetti Sprar in tutta la provincia. A dare autorevolezza alla compagine anche Silvana Braghini, figlia dell'ex sindaco Eugenio Braghini. Nella lista a sostegno di Roberto Groppelli figurano anche Giovanni Bigatti, Roberto Frattini, Silvia Brognoli, Caterina Di Leo, Pierluigi Marchina, Simona Murgia e Matteo Terzi. «Una squadra di debuttanti votati al rinnovamento ma che si muoverà anche nel solco tracciato dalle amministrazioni precedenti», ha affermato il candidato sindaco. In questo senso è stata significativa la presenza al varo della lista di Giovanni Ragni (sindaco dal '93 al 2005), dell'ex segretario provinciale del Partito Democratico Michele Orlando, già primo cittadino di Roncadelle dal 2005 al 2015. Anche il sindaco uscente Damiano Spada ha voluto «benedire» la partenza della campagna elettorale. «UNA LISTA PIENA di entusiasmo e di idee composta da persone provenienti dalla società civile e dal mondo delle associazioni, tutte con molta voglia di fare - ha osservato l’aspirante primo cittadino Roberto Groppelli -. Tutti i candidati hanno condiviso il nostro piano di lavoro. Sono felice di essere a capo di una squadra così». Se non ci saranno clamorosi colpi di scena dell’ultima ora, a Roncadelle sarà una sfida elettorale a due. Il centrodestra attraverso la civica CambiAmo Roncadelle candiderà Elisa Regosa. Tra i temi destinati a tenere banco nella campagna elettorale ci sarà sicuramente il nodo irrisolto del campo nomadi abusivo, ma anche la gestione della ripartenza delle opere pubbliche dopo l’emergenza coronavirus. L’esecutivo che andrà al Governo dovrà anche rimodulare i conti del municipio sulla scorta dei mancati gettiti causati dalla pandemia. •

Francesco Gavazzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1