CHIUDI
CHIUDI

15.10.2019

Cinquantasette anni di carcere alla «cupola» dei narcotrafficanti

I 131 chilogrammi di hashish sequestrati  durante l’operazione
I 131 chilogrammi di hashish sequestrati durante l’operazione

Sono 57 gli anni di carcere complessivi inflitti ai cinque narcotrafficanti specializzati nell’import di cocaina e hashish. Il quartier generale dell’organizzazione era stato allestito in un insospettabile appartamento di via dei Tigli, nella zona di Mazzano. L’associazione criminale formata da marocchini e tunisini gestiva una radicata rete di pusher tra Montichiari, Calcinato e Rezzato in grado di piazzare un quintale di droga a settimana. I LUOGHI DI RIFORNIMENTO erano in un kebab di Mazzano e in club-discoteca di Lonato di proprietà di un 35enne affiliato all’organizzazione. Entrambe le attività, avevano appurato le indagini svolte dalla Squadra mobile nel 2013 erano una copertura del narcotraffico. Basta pensare che il night aveva denunciato al fisco proventi per 465 euro all’anno. A guidare la cupola dei narcos c’era il marocchino Zahhar El Habib. Il 41enne domiciliato a Montichiari è stato arrestato all'aeroporto di Barcellona con 209 mila euro custoditi in una borsa sportiva. Il denaro, con grande probabilità, frutto dell’attività di spaccio svolta in provincia di Brescia, doveva servire ad acquistare una partita di droga. che doveva essere consegnata secondo una procedura collaudata a Verona. La rotta dello stupefacente era stata ricostruita anche grazie alle intercettazioni dei componenti della banda. Uno dei corrieri affittava regolarmente dei furgoni facendo la spola tra Brescia e Verona. Decisive in chiave processuale le intercettazioni telefoniche registrate nonostante i tentativi di depistaggio dei narcotrafficanti che utilizzavano utenze di Malta e degli Emirati Arabi. LA CASSAZIONE ha confermato le pesanti pene inflitte nei primi due gradi di giudizio: Zahhar El Habib e Zahhar Abdellah sono stati condannati a 13 anni e 4 mesi e a 6 anni e 8 mesi di reclusione. Rahif Salih sconterà 7 anni e 6 mesi. Sette anni e 4 mesi la pena inflitta a Kammour Hamid. Chakir Hicham, sorpreso mentre consegnava un partita di 131 chilogrammi di hashish a Cazzago, è stato condannato a dodici anni.

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1