Duferco vince la sfida della sostenibilità

Lo stabilimento Duferco
Lo stabilimento Duferco

Duferco Travi e Profilati continua il percorso di sviluppo industriale e sociale ottenendo, per il laminatoio di San Zeno, il certificato di registrazione Emas. L’attestato è la sintesi di un seria analisi del processi produttivi e dei rispettivi impatti ambientali, con il contestuale impegno al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità. «Si tratta di un grande risultato che certifica gli importanti passi avanti fatti grazie all'impegno e al contributo di tutte le persone che lavorano con noi – commenta l’amministratore delegato Augusto Gozzi -. È un prezioso punto di partenza per raggiungere gli obiettivi di ulteriore miglioramento che abbiamo già fissato e che si potranno concretizzare anche in relazione al progetto del nuovo laminatoio, in corso di realizzazione a San Zeno». L’investimento ha un valore complessivo di 180 milioni di euro e sarà ultimato entro la fine del 2022. L’occupazione diretta salirà di 150 unità e la capacità produttiva si attesterà a 1,5 milioni di tonnellate di acciaio laminato. San Zeno assumerà un ruolo ancora più strategico nel business siderurgico del gruppo, in un percorso di sviluppo instradato all’indomani dell’uscita dalla joint venture del partner americano Nucor. «Il nuovo laminatoio travi aumenterà la competitività – afferma ancora l’Ad -. Rappresenta la solida base per una strategia a lungo termine, coniugando la sostenibilità ambientale e sociale con quella economica, attraverso l’innovazione tecnologica e la massimizzazione delle opportunità del mercato». In questo contesto, la registrazione Emas è la garanzia di uno sviluppo industriale che non può prescindere da standard ambientali sempre più elevati. •. F.Bon.