Elisa si è arresa dopo la coraggiosa battaglia

Elisa Gottardi aveva 32 anni
Elisa Gottardi aveva 32 anni
Elisa Gottardi aveva 32 anni
Elisa Gottardi aveva 32 anni

Pochi giorni fa, sulla sua pagina Facebook, aveva ringraziato tutti quelli che, «nonostante il tempo non troppo clemente», avevano partecipato alla serata organizzata al parco comunale di Roncaglie di Concesio, una delle tante iniziative promosse per aiutare Elisa Gottardi a ritrovare il sorriso e ad affrontare le spese necessarie per guarire dalla malattia che l’aveva colpita due anni fa. Ma il sorriso di Elisa si è spento per sempre. La 32enne, originaria di Castegnato, anche se da tempo viveva a Passirano con il marito Gerry ed il piccolo Gabriel di tre anni, non è riuscita a sconfiggere quel mostro invisibile, un tumore sviluppato in una delle forme più aggressive. Elisa era affetta da una forma di linfoma Non-Hodking a grandi cellule B, IV. Nonostante si fosse sottoposta a tutte le cure, sia tradizionali che sperimentali, la malattia non si è fermata, perchè Elisa era una paziente refrattaria, e la patologia è stata resistente a tutti i trattamenti eseguiti. Lei stessa aveva raccontato la sua «odissea» sul sito GoFundMe, dove era stata aperta una sottoscrizione con l’obiettivo di raccogliere gli 80 mila euro necessari per le nuove cure. «Mi è stato proposto un nuovo protocollo sperimentale, per il quale mi sono sottoposta ad una biopsia linfonodale per poter verificare di avere le caratteristiche mediche idonee per questa cura, ma purtroppo la risposta è stata negativa e al momento non esistono possibilità mediche tradizionali - scriveva Elisa -. Ad oggi la mia unica speranza è una terapia molto costosa, a cui vanno aggiunte tutte le spese diagnostiche che non rientrano nel sistema sanitario». Grazie alla generosità di 307 donatori, erano già stati raccolti 13.400 euro. Anche a Castegnato la cittadinanza si era mobilitata, sotto forma di una lotteria benefica lanciata dal Comitato di San Vitale. «La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno e tutta la comunità è sotto shock - commenta il sindaco di Castegnato Gianluca Cominassi -. In questi giorni tutto il paese - Comune, parrocchia, associazioni e cittadini - si erano attivati per la vendita dei biglietti della lotteria: in pochissimo tempo ne erano stati acquistati diecimila e ne avevamo già chiesto la ristampa. L’iniziativa comunque andrà avanti, ed il ricavato sarà destinato alla ricerca, per dare una speranza a chi, come Elisa, si trova ad affrontare una malattia terribile». Oltre al marito Gerry Neri e al piccolo Gabriel, Elisa Gottardi lascia la mamma Agnese, il papà Aldo, la sorella Emanuela e il fratello Egidio. I funerali si svolgeranno domani nella chiesa parrocchiale di Monterotondo, partendo alle 17 dalla Casa del commiato La Franciacorta di via Garibaldi a Passirano. La famiglia ha chiesto di non rendere omaggio con dei fiori, ma eventualmente effettuare una donazione all’Ail.•.

Cinzia Reboni

Suggerimenti