CHIUDI
CHIUDI

13.06.2019

Ex vice-ministro alla corte di Casali

Daniele MolgoraLuca MostardaDelia BrescianiGiovanni Cazzavacca
Daniele MolgoraLuca MostardaDelia BrescianiGiovanni Cazzavacca

Ci sarà anche un vip a formare la giunta di Ghedi che il neosindaco Federico Casali presenta stasera alle ore 20 nel primo consiglio comunale della nuova legislatura: la delega a Bilancio e tributi è stata infatti assegnata a Daniele Molgora, commercialista, più volte deputato, già sottosegretario al ministero dell'Economia e delle finanze, già presidente della Provincia. «A UN SINDACO della Lega e alla richiesta di alcuni amici ghedesi di Forza Italia, visto che è un assessorato concordato tra i due partiti, non potevo dire di no - afferma Molgora - conosco molte problematiche di Ghedi legate all’attività della Provincia, inoltre si tratta di assessorato prevalentemente tecnico, perciò ho accettato di dedicare parte del mio tempo al paese della Bassa». In base agli accordi pre-elettorali l’assessorato spettava a Forza Italia che ha riconfermato il vicesindaco con Giovanni Cazzavacca, con delega a Urbanistica, Edilizia privata e Attività produttive, il quale sia in virtù dell’amicizia e della stima che lo lega a Molgora sia in virtù del successo elettorale della Lega con ben 6 consiglieri oltre al sindaco a sedere in consiglio, ha preferito fare un nome che fosse oltremodo gradito agli alleati. Resta in giunta anche la leghista Delia Bresciani che si occuperà ancora di Servizi sociali e di Patrimonio, l’ex presidente del consiglio Luca Mostarda, in quota a Fratelli d’Italia, avrà la delega ad Ambiente ed ecologia, Caccia e pesca. New entry invece Michela Seniga che ha corso per «Ghedi Tricolore»: gestirà la Pubblica istruzione. L’ex sindaco Lorenzo Borzi sarà invece proposto come presidente del consiglio, ruolo che dovrà conciliare con quello di capogruppo di Fratelli d’Italia dato che è il solo eletto in consiglio. Gabriele Girelli, ex assessore, sarà il capogruppo per la Lega ed è in pole position per la presidenza della Casa di riposo, da cui Casali ha dovuto dimettersi perché incompatibile con il ruolo di sindaco. Capogruppo di Forza Italia sarà Dino Nascimbeni, mentre quello di «Ghedi Tricolore» all’unico eletto Ivan Bertocchi. In carico al sindaco rimangono al momento molte deleghe - Lavori pubblici, Cultura, Sport, Commercio - alcune destinate a consiglieri incaricati, come si deciderà nei prossimi giorni. «Siamo riusciti a trovare la quadra dato che c’erano molti tasselli da sistemare - commenta Casali - così da partire al più presto con il nostro impegno amministrativo». Il neo sindaco indica tra le priorità del suo mandato la sistemazione di via Borgosatollo, l’adeguamento alle norme antisismiche degli edifici scolastici, sicurezza con un controllo marcato del territorio e viabilità. Anche l’opposizione presenterà quattro capigruppo: l’ex candidato sindaco Lino Trentini guiderà «Costruire la comunità», Egeria Ruffo «Insieme per Ghedi», Walter Migliorati gli «Indipendenti» e Tanya Dabellani «Progetto democratico». Intanto i consiglieri che promossi assessori si dovranno dimettere aprono le porte del consiglio ai primi dei non eletti che per la Lega è Felicetta Di Matteo e per Forza Italia Michela Galloni. •

Milena Moneta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1