Furto alla Madonna
della Stella

La statua rubata a Bagnolo
La statua rubata a Bagnolo

I ladri sono entrati nel Santuario della Madonna della Stella molto probabilmente venerdì notte, e se ne sono andati portando con sé una statuetta della Vergine, staccandola dal basamento di una delle due nicchie dell’altare. Un furto sacrilego che ha sollevato grande indignazione in paese dove la notizia si è diffusa attraverso i social. Un raid apparentemente inspiegabile, visto che la statua, alta circa 40 centimetri, difficilmente potrebbe trovare mercato. Una circostanza che rafforza le ipotesi di un furto su commissione o di un atto vandalico. «Siamo tutti un po’ scioccati - afferma il parroco don Faustino Pari -. Erano anni che non succedeva una cosa del genere. Spero che chi l’ha presa la riporti presto al suo posto». Il Santuario della Stella di Bagnolo è un luogo di grande devozione per i cittadini di Bagnolo. Fu costruito nel 1500 per commemorare l’apparizione della Vergine Maria, avvenuta il 10 luglio 1491 a Caterina dell’Olmo, una giovane ragazza sordomuta del paese. La storia racconta che Caterina stava rientrando a casa quando vide una donna vestita di bianco con una corona d’oro in testa e una stella sul petto, che la prese per mano e, prima di sparire, la baciò. Fu allora che Caterina riacquistò la parola. Ci fu poi una seconda apparizione, il 24 luglio, questa volta davanti ad alcune persone del luogo. Alla cappella, edificata nella zona in cui era avvenuta la seconda apparizione, seguì nel 1600 la costruzione del Santuario. L’anniversario dell’apparizione della Madonna si celebra ogni cinque anni, nella prima settimana di luglio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

C.REB.