CHIUDI
CHIUDI

08.03.2019

Gambe e cuore per far correre Elisa

I promotori della partecipazione alla corsa insieme alla piccola Elisa
I promotori della partecipazione alla corsa insieme alla piccola Elisa

Si intitola «Corriamo con Elisa», ed è una iniziativa umanitaria straordinaria ideata dal team dell’Acd Ghedi 1978 (l’Associazione calcio dilettantistica) - Centro tecnico Ac Milan, e diventata un progetto concreto grazie alla collaborazione del «Comitato genitori Doniamo con il cuore», un’altra realtà del privato sociale ghedese. I volontari di entrambi i gruppi sono pronti ad affrontare una sfida, partecipando alla corsa non competitiva di 10 chilometri in cartellone per domenica a Brescia. È la «Bam», ovvero la - Brescia Art Marathon», ed è una manifestazione podistica a passo libero aperta a tutti in cui l’agonismo passa decisamente in secondo piano. E tra quei «tutti», i ghedesi dell’Acd vogliono includere anche Elisa, la sorella gemella del loro Falchetto classe 2008 Mattia, una vera promessa del calcio, permettendole di tagliare il traguardo insieme a sua mamma. ELISA è una bambina di 11 anni (li compirà il prossimo 8 maggio) alle prese con una grave forma di disabilità, un ritardo psicomotorio importante, e senza aiuto non potrebbe partecipare a una manifestazione sportiva. Attraverso questa piccola anche altri genitori del gruppo calcio hanno incontrato la disabilità e vissuto con lei momenti inclusione sociale, attraverso il tifo alle partite o con le iniziative dell’oratorio. Alcuni di loro fanno parte anche del già citato Comitato genitori Ghedi - Doniamo con il cuore, una organizzazione umanitaria che si occupa di integrazione e dell’inclusione delle persone con disabilità e delle loro famiglie, attiva in particolare nella socializzazione senza barriere dei rispettivi figli. La socializzazione non può prescindere da un’attività di gruppo come quella sportiva, ed ecco l’idea di partecipare numerosi insieme a Elisa, la cui carrozzella sarà spinta da Tiziano, un triatleta Iron man 2018, con la convinzione che «l’unione faccia sempre la forza». Per questa occasione sono state stampate anche magliette la cui vendita andrà a sostenere le numerose iniziative dell’associazione. «Elisa, per noi rappresenta tutte quelle famiglie bisognose di un po’ di calore e di presenza attiva - dicono i promotori -; vogliamo iniziare simbolicamente con lei e sensibilizzare più persone possibili a sostenere le tante fragilità che ci circondano, magari anche solo con una parola dolce e un sorriso». •

Milena Moneta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1