Giulia salva gli asini maltrattati

Giulia Pulcini con un gruppo di muli e cavalli salvati in Val d’Aosta
Giulia Pulcini con un gruppo di muli e cavalli salvati in Val d’Aosta

L’hanno ribattezzata «La carica dei 121» dal numero di cavalli, asini e muli maltrattati e abbandonati in Valle d’Aosta in condizioni disperate. Animali destinati a morte certa se non fosse stato per l’associazione Horse Angels, intervenuta gestendo il sequestro giudiziario dei capi. Poi è scattata una catena di solidarietà che ha coinvolto tutta l’Italia, compresa Brescia. La proprietaria del maneggio «Ippokampo Stable» di Borgosatollo, Giulia Pulcini, - collaboratrice di Horse Angels - ha risposto all’appello ed è partita per la Valle d’Aosta con alcune delle ragazze che frequentano il maneggio per adottare 3 animali. Ma una volta viste le condizioni degli equidi, ha deciso di prendersi cura di 7 esemplari, anzi 8 perché un pony era in dolce attesa. Ma Giulia non si è accontentata, e con una dolce opera di moral suasion ha convinto alcuni clienti ad organizzare una maxi spedizione di salvataggio per portare a Brescia tutti gli animali rimasti, quelli che nessuno ha voluto in adozione, trattandosi di asini maschi e talvolta molto malandati. All'Ippokampo troveranno cibo, cure veterinarie, riparo ma soprattutto tanto amore e tante coccole da parte degli allievi della scuderia. Sono pronti ad essere adottati 30 asinelli attualmente ospitati nella struttura di via Canneto. Nel maneggio di Giulia si trovano già una ventina tra cavalli, asini, maialini, caprette e pony salvati da maltrattamenti o da macellazione, che ritrovano ad Ippokampo un equilibrio mentale oltre che fisico, e possono così ritornare a nuova vita. Si tratta infatti di un maneggio etico, dove il cavallo diventa un amico da amare e con il quale fare sport. Per aiutare Giulia ad affidare gli asinelli si può chiamare il 371 3860446. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

C.REB.

Suggerimenti