I campioncini in erba raccolgono applausi

I dirigenti della società con gli atleti premiati in Municipio
I dirigenti della società con gli atleti premiati in Municipio

Dopo le vittorie sportive sul campo, si è svolto a Palazzo Bocca a Capriano del Colle un momento di riconoscimento da parte degli amministratori comunali verso quegli atleti che negli scorsi fine settimana a Livorno (Shoote Boxe) e Rimini (Point Fight, Light contact e Kick Light) con più di 1.200 iscritti hanno guadagnato diverse medaglie nei campionati italiani assoluti, atleti appartenenti all'Associazione bresciana Chim Dai Bang che hanno messo la loro firma di campioni vincendo quattro ori, due argenti e molti bronzi. Invitati per l’occasione, la presidente Paola Guerrini e il direttore tecnico Giampaolo Ravelli hanno voluto ringraziare tutta la squadra, gli accompagnatori e gli atleti che hanno portato in alto i valori imparati durante l’anno. Il sindaco Stefano Sala si è detto «orgoglioso di avere sul territorio questi meravigliosi ragazzi che con tanto impegno e dedizione, giorno dopo giorno, raggiungono obiettivi così importanti nonostante le restrizioni della pandemia». Il primo cittadino ha sollecitato che «altri possano intraprendere qualsiasi sport per la propria stabilità psicofisica e per creare la vera comunità sana ed unita». Riconoscimenti dunque ai quattro ori: il quindicenne Paolo Tanzini, Caterina Spagnoli, 12 anni, Alessio Capuzzi di 14 e Lorenzo Ungari. A seguire i due argenti e i dodici bronzi. Una realtà, quella dell’associazione, sempre in crescita e in movimento, nata nel 1997, da 25 anni iscritta al Coni, una storia di sport con 200 persone che ruotano attorno tra kickboxing, ginnastica di mantenimento ad alta intensità, corsi di difesa personale e di personal training e corsi per bambini con sedi a Capriano e Mazzano, aperta a tutti dai 5 ai 99 anni. Tante diverse discipline per ogni gusto, avvicinabile sui social o sul web. Sport di combattimento e non solo, ricerca di uno stile di vita sano per «essere forti per essere utili». Al termine il «terzo tempo» da Gelatando ripromettendosi di essere ancora «speciali» al prossimo appuntamento: i mondiali tra settembre e ottobre ai quali parteciperanno i quattro ragazzi «d’oro» che vestiranno la maglia azzurra ed altre convocazioni in arrivo.•. E.Arch.

Suggerimenti