CHIUDI
CHIUDI

16.07.2020

I «vampiri» dei
conti correnti
erano dei consulenti finanziari

Consulenti finanziari «infedeli» al centro di due raggiri nella Bassa
Consulenti finanziari «infedeli» al centro di due raggiri nella Bassa

Alleggeriva i risparmi di un’anziana cliente attraverso investimenti simulati e un giro di bonifici che versava sul conto corrente di un’insospettabile complice. La truffa commessa da un consulente finanziario 59enne di Manerbio è stata scoperta grazie all’attività svolta dall’Unità controlli preventivi dell’istituto di credito che ha subito licenziato il dipendente. AL TERMINE di un’istruttoria disciplinare davanti all'Organismo di vigilanza il professionista è stato anche radiato dall'albo unico dei Consulenti finanziari. Il 59enne stando alle conclusioni degli 007 della banca aveva preso di mira una cliente 70enne della filiale. Dal conto corrente dell’anziana risultavano dei bonifici in uscita da 3.253 euro e 1.256 euro in favore della complice del consulente finanziario. Avviati gli altri accertamenti ed avvisata la Guardia di finanza è emerso che il dipendente della banca era titolare di un conto corrente cointestato con la complice dove erano stati depositati altri 10 mila euro prelevati dalla disponibilità di fondi dell’anziana. I VERTICI DELLA BANCA hanno subito contattato la cliente che ha ammesso di aver parlato con il consulente finanziario di eventuali investimenti in titoli, ma di non aver mai autorizzato il prelievo delle somme per bonifici. La vittima del raggiro ha spiegato di non essersi accorta degli ammanchi perchè le venivano prodotti rendiconto contraffatti. Il 59enne di Manerbio è stato sospeso dal lavoro e successivamente licenziato«in quanto ha acquisito la disponibilità di somme di denaro di pertinenza della clientela e prodotto rendicontazioni non rispondenti al vero simulando operazioni d'investimento», si legge nel verbale che di radiazione dall’albo dei consulenti finanziari. UN’OPERAZIONE non così diversa da quella orchestrata da un 52enne originario di Bedizzole, ma domiciliato a Montichiari di cui abbiamo riferito nei giorni scorsi. Il numero dei clienti truffati - questo lo sviluppo della vicenda - è salito a 11 che si sono visti alleggerire complessivamente di 98 mila euro. Ultima vittima del raggiro un’anziana di Calcinato, ma l’elenco è davvero lungo considerando che il raggio d’azione dell’ex consulente riguardava il territorio di Montichiari, Calcinato e Lonato. È qui che ha truffato i suoi clienti. Tra l’altro il 52enne nel corso di un colloquio con l'Audit della banca ha ammesso le sue responsabilità spiegando di «avere ricevuto da alcuni clienti somme di denaro che ho utilizzato per necessità personali con l'intento di ripristinare il versamento in tempi brevi». Peccato, però, che quei soldi non sono più stati riconsegnati. •

Valerio Morabito
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1