Il cane conteso scatena una litigio tra due vicini

Litigio violento per un cane
Litigio violento per un cane

Ha accusato il vicino di casa di avergli rubato il cane per abbandonarlo nelle campagne. Dalle parole si è quasi passati alle mani e solo il tempestivo intervento dei carabinieri ha evitato il peggio. L’episodio che avrà sicuramente strascichi legali con querele incrociate è accaduto l’altro pomeriggio a Pozzolengo in località Ponte Cantone. Il litigio è stato l’epilogo di un clima di tensione latente innescato dall’abbaiare del cane che avrebbe disturbato un vicino di casa costretto a trascorrere buona parte della giorno e della notte in casa. Quando il proprietario si è accorto che il cancellino del giardino era aperto e il suo amico a quattrozampe era sparito è andato a bussare alla porta del diripettaio che si era lamentato. In effetti i carabinieri della pattuglia del Nucleo Radiomobile di Desenzano ha ritrovato il cane che si aggirava nella proprietà del vicino di casa del padrone. Riportata la calma e restituito il cane al legittimo proprietario, i militari si sono limitati a verbalizzare le generalità dei contendenti. Resta da capire se il litigio è chiuso o scatterà una reciproca querela. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

V.MOR.