Il ristorante comunale adesso è più appetibile

Il ristorante comunale «Il Calesse» è in cerca di un nuovo gestore
Il ristorante comunale «Il Calesse» è in cerca di un nuovo gestore
Il ristorante comunale «Il Calesse» è in cerca di un nuovo gestore
Il ristorante comunale «Il Calesse» è in cerca di un nuovo gestore

È chiuso da febbraio scorso, ma il Comune non è riuscito ancora a trovare un gestore. Eppure lo storico ristorante di proprietà municipale «Il Calesse» per 27 anni è stato un autentico punto di riferimento per i buongustai. Dopo 18 mesi di attività al singhiozzo a causa delle limitazioni imposte dalle misure anti Covid, i gestori hanno deciso di non partecipare alle due gare pubbliche bandite per assegnare il contratto d’affitto d’azienda del ristorante, ma andate entrambe deserte. L’Amministrazione civica però non demorde e ha promosso un altro bando ritoccando al ribasso il canone d’affitto. «Siamo scesi da 3.000 a 2.500 euro mensili - spiega il sindaco Renato Pasinetti - una cifra che ci pare appetibile considerando che il ristorante sarebbe subito operativo visto che include l’uso della licenza di proprietà comunale e di tutte le attrezzature necessarie, dagli arredi alle pentole, alle stoviglie, piatti, posate, elettrodomestici da cucina e bar. Senza contare che si tratta di una struttura unica nella zona anche come dimensioni, visto che nelle sue sale offre ben 400 posti coperti, volendo ulteriormente incrementabili sfruttando il suo vasto giardino di 1.000 metri quadrati». Una location ideale per pranzi sociali banchetti di nozze, battesimi e cresime. La locazione avrà una durata di 6 anni, rinnovabili per altri sei con divieto della sub-locazione. Il canone d'affitto? Trentamila euro - iva esclusa - per il primo anno, quindi 36 mila euro per il secondo, 42 mila per il terzo e i successivi, per un totale di 234 mila euro per 6 anni, con costi delle utenze a carico del conduttore. Nell'analisi delle offerte ricevute, il Comune non terrà conto soltanto dell'offerta economica, che sul punteggio totale vale 50 punti su 10, ma anche di quella tecnico-qualitativa, l'impegno al conduttore di effettuare investimenti nei locali e nelle attrezzature, l'organizzazione di iniziative, attività di promozione del territorio e della sua cucina tipica. Le domande dovranno essere presentate entro il prossimo 6 settembre e essere anticipate da un sopralluogo insieme ai tecnici comunali. Due giorni dopo si saprà se «Il Calesse» riaprirà. •. P.Ted.

Suggerimenti