CHIUDI
CHIUDI

20.10.2020

Lastre e tetti con amianto Scatta la messa in sicurezza

Rimuovere l’amianto dai capannoni produttivi della frazione di Calcinatello. È l’ambizioso obiettivo fissato dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicoletta Maestri, che in questi giorni ha dato il via libera al progetto definitivo per avviare le operazioni di rimozione dai tetti degli stabili di via Santa Maria e via Croce Santo Stefano. I lavori per la bonifica dall’amianto presente sui tetti richiederanno un investimento di 160 mila euro. E a proposito di manufatti in fibrocemento, restano praticamente irrisolti i problemi di via Campagna. In questo caso ci si trova nel territorio di Mazzano, seppur a pochi metri di distanza da Calcinato, ma nonostante siano trascorsi diversi mesi le recinzioni e i cartelli che segnalano la zona videosorvegliata non hanno impedito agli incivili di gettare rifiuti. Ma il problema principale, anche se si sono susseguiti sopralluoghi delle guardie ambientali, è quello della mancata bonifica dell’area per la presenza di amianto disperso nel terreno. In sostanza sono stati rimossi dal Comune i rifiuti indifferenziati, ma la rimozione dell’amianto per mettere in sicurezza l’area di via Campagna si presenta più complessa e costosa. •

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1