CHIUDI
CHIUDI

15.02.2020

Liquami nel fosso, denunciato

I liquami sversati in un canale alla Fascia d’Oro di Montichiari
I liquami sversati in un canale alla Fascia d’Oro di Montichiari

Per individuarlo gli agenti della Polizia Locale di Montichiari guidati dal comandante Cristian Leali ci hanno impiegato davvero poco: meno di 24 ore. Mercoledì gli operai della Provincia di Brescia impegnati nella ordinaria attività di pulizia di una roggia nella zona della Fascia d’Oro hanno segnalato la presenza nel piccolo corso d’acqua di liquami. Il giorno dopo gli investigatori hanno dato un nome e un cognome al responsabile di questo ennesimo caso di inquinamento da liquami che interessa la Bassa bresciana. Nei guai è finito il titolare di una azienda agricola di Montichiari che ora dovrà rispondere alla magistratura per avere sversato nella roggia i reflui che avrebbe invece dovuto fare smaltire nel rispetto della normativa. Così invece l’imprenditore non ha fatto e per lui iniziano ora le grane. Secondo quanto ricostruito dalla Locale i liquami sarebbero stati gettati tra la fine e l’inizio del nuovo anno. In quel periodo è vietato spandere i reflui che per questo devono essere stoccati nelle vasche presenti nelle aziende. L’imprenditore, secondo gli inquirenti, nelle scorse settimane si sarebbe trovato con le vasche piene di liquami e per poterne stoccare altri ha dovuto fare spazio. Da qui la decisione di raggiungere la roggia in zona Fascia d’Oro e lì sversarli. Nessuno si sarebbe accorto di nulla. Le temperature invernali hanno però portato a galla i liquami e gli operai non appena sono intervenuti per la manutenzione hanno capito quello che poteva essere successo. Così sono partite le indagini che giovedì hanno portato all’identificazione e alla denuncia del responsabile. •

P.CITT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1