CHIUDI
CHIUDI

04.08.2020

Maiale in fuga sull’Asolana la «libertà» è durata poco

Il maiale si è messo a  caracollare lungo la 343 bloccando il traffico
Il maiale si è messo a caracollare lungo la 343 bloccando il traffico

Alba «bestiale» lungo l’Asolana. Poco dopo le 6 di ieri mattina uno maiale fuggito da un allevamento della zona ha raggiunto la provinciale 343 cominciando a percorrere la strada nel tratto tra Acquafredda e Carpenedolo. La presenza del suino ha causato disagi per auto e mezzi pesanti in transito. In pochi minuti si sono create code in entrambe le direzioni. Ma fortunatamente non si sono registrati incidenti. Nel giro di pochi minuti è arrivato il titolare dell’azienda agricola di Acquafredda che tuttavia ha dovuto fronteggiare la testardaggine del maiale che con la sua mole di oltre un quintale di peso non ne voleva sapere di tornare nella porcilaia e sembrava intenzionato a proseguire nella «passeggiata» lungo la provinciale che collega la Bassa bresciana all’Alto mantovano. Alla fine con pazienza, davanti allo sguardo divertito e incuriosito degli automobilisti, l’allevatore ha convinto il suino a seguirlo ed entrambi sono rientrati nell’azienda agricola di Acquafredda. La situazione è tornata così rapidamente alla normalità lungo l'Asolana affollata di mezzi nonostante l’inizio agosto. •

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1