CHIUDI
CHIUDI

17.11.2019

Planking challenge? Tutto falso

La notizia di  sfide di ragazzini stesi sull’asfalto era una bufala
La notizia di sfide di ragazzini stesi sull’asfalto era una bufala

Ragazzini stesi sull’asfalto sfiorati dalle auto in transito per sfida? L’allarme lanciato nei giorni scorsi a Montichiari si è rivelato una «fake news», una bufala che diffusa sui social ha costretto Polizia locale, Polstrada e carabinieri ad effettuare una serie di accertamenti. Il risultato? Contrariamente a quanto «strombazzato» da qualche settimanale e sito on line, non c’è stato nessun episodio di «planking challenge», ovvero le folli sfide di coraggio tra adolescenti ispirate al film «The program». Il clamore sollevato dalla notizia - risultata poi priva di fondamento - non ha trovato nessun riscontro negli accertamenti delle forze dell’ordine. Quella che è stata descritta come una prova di «planking challenge» in via Mantova non era altro che una innocuo gioco tra alunni delle medie che zaino in spalla, usciti dalla scuola si spingevano per gioco. E a proposito di falsi allarmi, o meglio fake news, anche quella del presunto maniaco del Santellone diffusa via social si è rivelata una bufala. Tranchant la risposta dei carabinieri: non è stata presentata nessuna denuncia da parte della presunta vittima delle attenzioni sessuali da parte di uno sconosciuto. È stata invece scritta nero su bianco davanti ai carabinieri l’aggressione avvenuta qualche settimana fa in località Boschetti a Montichiari. In quella circostanza la vittima, una 30enne di Carpenedolo, era stata molestata da una persona a bordo di una utilitaria che gli aveva mostrato un video porno sul proprio smartphone. La vittima dopo essere sfuggita alle avances ha segnalato l’accaduto ai carabinieri della locale stazione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1