CHIUDI
CHIUDI

05.07.2019

Furti, il crimine batte la fiacca

La zona Controllo di vicinato
La zona Controllo di vicinato

Se continua di questo passo, il 2019 sarà un anno da «incorniciare» per le famiglie di Orzinuovi. Nella capitale della Bassa occidentale, da gennaio, sono ridotte quasi a zero le denunce di furto nelle abitazioni. Pochissimi i furti in casa, rari quelli di auto, pochi e in costante diminuzione i furti di borsetta nei supermercati e di portafogli al mercato del venerdì. Un episodio di tentata truffa a un pensionato, in casa da solo, non ha avuto successo per i ladri, perché l'anziano ha avvisato i Carabinieri che sono subito intervenuti. Gli orceani stentano a crederci e fanno gli scongiuri, temendo che da un momento all'altro l'incantesimo possa essere rotto, ma da qualche tempo in casa si sentono più sicuri e quando escono sono più tranquilli. «È una buona notizia per la quale dobbiamo rendere merito un po' a tutti - commenta il neo sindaco senatore Gianpietro Maffoni -: alla presenza costante sul territorio della Polizia Locale, dei Carabinieri della stazione di Orzinuovi e dei tanti cittadini che hanno aderito al gruppo di ’Controllo del Vicinato’. Questi ultimi in particolare sono bravissimi e svolgono un servizio efficace per tutta la comunità - continua Maffoni - soprattutto in questo periodo in cui molta gente si assenta per le vacanze». Un anno fa Orzinuovi è stato il primo comune (insieme a Orzivecchi, Pompiano, San Paolo e Villachiara) a sottoscrivere, in prefettura, il protocollo d’intesa «Il Controllo di Vicinato», per far fronte all'allarme derivante dalla recrudescenza di furti e rapine. Da allora gli orceani si sono organizzati e la vigilanza praticata dai cittadini sul territorio in cui abitano è ormai realtà. Chi nota la presenza di sconosciuti, passaggi sospetti di automobili, rumori strani, allerta il referente del controllo, Michele Boaretto, carabiniere in pensione, il quale trasmette la segnalazione alle forze dell'ordine. Nel novembre 2018, l'amministrazione comunale allora guidata dal sindaco Andrea Ratti aveva provveduto alla posa, a lato di molte vie del capoluogo e lungo la via principale delle frazioni Barco, Coniolo, Pudiano, di cartelli con lo stemma del comune e la scritta «Zona Controllo di Vicinato». L'insegna avverte i malintenzionati che ci sono residenti all'erta e pronti a segnalare alle forze dell'ordine persone e movimenti sospetti e che occhi vigili sorvegliano tutt'intorno la strada, i giardini e le abitazioni, anche quelle i cui occupanti sono al momento assenti. Lo slogan «Il miglior antifurto è il tuo vicino» ha fatto presa sugli orceani, uomini e donne, che hanno formato tanti gruppi operativi, che sono a disposizione delle forze dell'ordine. Hanno aderito all'iniziativa anche i commercianti, spesso più dei compaesani nel mirino della malavita, i quali hanno formato un gruppo di controllo di categoria. Il Controllo di vicinato sta ora mettendo radici a Coniolo, dove sarà coordinato dal nuovo assessore alla sicurezza Mirko Colossi. Anche il gruppo di controllo della frazione farà riferimento all'ex carabiniere Michele Boaretto. •

R.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1