CHIUDI
CHIUDI

11.08.2019

L’arte murale di Tolasi onora il lavoro artigiano

Un particolare del murale
Un particolare del murale

Le mani che danno forma all’argilla per costruire mattoni o creare opere d’arte; le mani di chi per tutta la vita ha tagliato barbe e capelli e di chi continua la tradizione di famiglia nella riparazione delle scarpe. Le mani del fotografo che armeggiano intorno all’obiettivo; quelle della sarta e di chi per decenni ha lavorato nelle filande del borgo. Affrescate con la tecnica della street art, le abili mani di una decina di lavoratori, ancora attivi o in pensione, sono l’oggetto dell’ultimo grande dipinto realizzato da Davide Tolasi, artista soncinese ma di studi bresciani, per la decima biennale «A Marco». Sul muro di cinta dell’officina meccanica di Soncino scelto come base dell’affresco non potevano mancare le mani callose del fabbro che impugna il martello e batte il ferro sull’incudine. Disegnate nel borgo sulla sponda destra dell’ Oglio, di fronte a Orzinuovi, decorano i riquadri del muretto che fiancheggia via Del Perolo per celebrare l’artigianato, grande risorsa nei secoli della ricchezza di Soncino. Ex allievo dell’Istituto «Giardino» di Orzivecchi, Tolasi si è laureato in Arti visive nella Laba di Brescia. •

R.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1