CHIUDI
CHIUDI

22.08.2019

Volontari al lavoro per il fiume L’Oasi dei Pensionati è ripulita

I volontari che hanno ripulito l’Oasi dei Pensionati con una parte del materiale raccolto
I volontari che hanno ripulito l’Oasi dei Pensionati con una parte del materiale raccolto

Ci sono quelle di primavera, ma anche quelle di Ferragosto: parliamo delle grandi pulizie effettuate nell’Oasi dei Pensionati, sulla sponda dell’Oglio a Orzinuovi. I volontari di Legambiente, l’associazione Controllo di vicinato, i soci di «Netaiurs» e intere famiglie si sono mossi col coordinamento dell’assessore a Sicurezza e Sport Mirko Colossi, e armati di guanti, pale e rastrelli hanno setacciato la «Riccioglio» orceana per ripulirla dai rifiuti abbandonati da tanti visitatori privi di coscienza. NEI RDI lasciati da ospiti che nessuno vorrebbe accogliere hanno trovato di tutto: vecchi pneumatici, batterie, pezzi di carrozzeria, carcasse di bicicletta, scarpe, borse, tappeti, cuscini, coperte, telai di poltrone, stendibiancheria, pezzi di ferro, cassette di plastica e naturalmente tante bottiglie e lattine. I bambini hanno addirittura riempito una vecchia tanica per l’olio con centinaia di mozziconi di sigaretta, e tra le radici di una ceppaia sono apparse decine di bottigliette, forse contenitori di medicinali scaricati in riva al fiume. La piena dopo il nubifragio dell’8 agosto ha ripulito il fondo del fiume, e la corrente limpida contribuisce ad attirare tanti estimatori di queste spiagge fluviali. L’Oasi dei Pensionati, accanto al vecchio ponte della ferrovia tra Orzinuovi e Soncino, può essere considerata una spiaggia attrezzata in cui godersi il Sole, l’ombra degli alberi e la corrente fresca. L’acqua in questo tratto è tutta sorgiva, perché il fiume «rinasce» a valle dello sbarramento creato a Roccafranca per deviare la corrente dell’Oglio nel Naviglio, che dalla riva destra va a irrigare i campi di mais del Cremonese. Questo luogo attrae bresciani, cremonesi, milanesi e stranieri delle mille nazionalità che popolano la Bassa. Durante la settimana l’afflusso è minore, ma si contano comunque a centinaia gli orceani e i soncinesi che trascorrono il pomeriggio giocando a carte, a bocce o rosolandosi al Sole vicino alla fontana. La fonte che la alimenta porta in superficie da una profondità di 52 metri acqua leggera, negativa agli esami batteriologici e chimici eseguiti periodicamente dall’Ats di Crema. L’intervento di pulizia è stato più che opportuno perché quest’anno l’Oasi è rimasta priva del suo «guardiano», quel «Minguel» Frittoli innamorato dell’Oglio ora fermo per i postumi di un incidente. •

R.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1