CHIUDI
CHIUDI

20.07.2019

Passano dalla truffa alla rapina: arrestati

I carabinieri di Orzinuovi hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Cremona
I carabinieri di Orzinuovi hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Cremona

Hanno provato a mettere a segno la «intramontabile» truffa dello specchietto, ma hanno dovuto accontentarsi di soli 30 euro e per loro a distanza di cinque mesi dai fatti sono scattate le manette dopo essere stati raggiunti da una ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Cremona ed eseguita dai carabinieri di Orzinuovi. In carcere è finito un 32enne, mentre il complice di 28 anni si trova ai domiciliari. Tentata truffa aggravata e rapina aggravata i reati che gli sono stati contestati. A denunciarli è stato un 34enne di Orzinuovi che la sera del 22 febbraio ha avuto la sfortuna di trovarli sulla propria strada. L’uomo ai carabinieri aveva raccontato di essere staro avvicinato da due uomini che sostenevano di essere stati urtati dalla sua utilitaria e che volevano essere risarciti. IL 34ENNE si era ribellato e la coppia di pregiudicati aveva deciso di caricarlo in auto e portarlo davanti a uno sportello automatico per prelevare del denaro. La vittima nonostante la tensione aveva con lucidità sbagliato il proprio codice pin facendo così saltare il piano dei due banditi. La coppia di malviventi aveva così dovuto accontentarsi dei 30 euro in contanti che il 34enne aveva all’interno del proprio portafogli. I due si erano poi dati alla fuga in auto. Proprio partendo dalla targa, l’auto è intestata a una persona estranea ai fatti, gli inquirenti sono risaliti ai due pregiudicati. Il successivo riconoscimento da parte della vittima ha di fatto chiudo il cerchio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Cittadini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1