CHIUDI
CHIUDI

02.12.2020

Poncarale, la Germani diventa extra large

La Germani: sì all’ampliamento
La Germani: sì all’ampliamento

Il Consiglio provinciale ha approvato anche due varianti al Piano territoriale di coordinamento provinciale. Dopo aver incassato a ottobre il sì della Provincia per la realizzazione a San Zeno di un nuovo piazzale da destinare al parcheggio della flotta di mezzi pesanti, l’impresa Germani ha ottenuto il via libera anche per l’ampliamento dell’attività di via Volta a Poncarale, dove è stata trasferita la sezione Ambiente dell’azienda, mentre a San Zeno è rimasta operativa l’attività di General Cargo di nuova generazione. Il comparto ospiterà una palazzina per gli uffici e un edificio per la revisione dei veicoli, oltre ad un grande piazzale per poter parcheggiare 111 camion, 38 rimorchi e 216 posti auto. La proposta è stata approvata, con l’unica astensione del consigliere Marco Apostoli. Dopo che a ottobre si era acceso il «semaforo rosso» sul progetto di variante del Ptcp di Moniga, la richiesta è tornata di nuovo in aula, scatenando ancora il dibattito per «un Suap fuorviante - come l’ha definito il consigliere Renato Pasinetti -, dal momento che non stiamo parlando di un’attività produttiva che crea benessere e posti di lavoro, ma della villa di un privato». Soddisfatto invece delle nuove prescrizioni, che pongono un vincolo almeno ventennale per la conservazione da parte del privato delle opere di mitigazione e compensazione ambientale realizzate - il consigliere Marco Apostoli, che ieri ha votato a favore. Approvate anche le convenzioni per l’esercizio delle funzioni in materia di navigazione interna tra la Provincia e l’Autorità di bacino dei laghi di Garda e Idro e quella dei laghi di Iseo, Endine e Moro, oltre all’Agenzia del Tpl del bacino di Bergamo ed il Comune di Sarnico. Via libera anche alla convenzione per la gestione del Centro Innovazione e Tecnologie 2021-2025, un servizio che coinvolge 189 Comuni e che prevede l’attivazione e la gestione dei portali internet. Prima dell’approvazione, all’unanimità, il sindaco di Travagliato ha sottolineato che «la richiesta ai Comuni è esosa: noi versiamo 6.700 euro per avere questo servizio - ha spiegato Renato Pasinetti -, quando sul mercato se ne trovano tranquillamente di più vantaggiosi». Il presidente della Provincia Samuele Alghisi ha ammesso che «qualche sproporzione nella tariffazione c’è: cercheremo di trovare delle soluzioni per i Comuni più piccoli». •

C.REB.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1