MONTICHIARI

Precipita da sei metri, bimbo di 30 mesi illeso

L'impatto dopo il volo dalla terrazza dell'alloggio al secondo piano è stato miracolosamente attutito da un cespuglio del giardino
Il bimbo caduto dal terrazzo è stato ricoverato a titolo precauzionale all’ospedale di Montichiari
Il bimbo caduto dal terrazzo è stato ricoverato a titolo precauzionale all’ospedale di Montichiari

Se non è un miracolo è qualcosa che gli assomiglia molto. Un bimbo di 30 mesi è rimasto praticamente illeso dopo un volo da sei metri di altezza. La tragedia sfiorata ha avuto come teatro un appartamento in un complesso residenziale in via Ciotti a Montichiari. Il piccolo ha eluso per un attimo alla sorveglianza dei genitori che insieme agli altri figli stavano pranzando ed è uscito sul terrazzo. Poi è scivolato nello spazio posto tra una sbarra e l’altra della ringhiera del balcone precipitando nel vuoto. Il bambino ha avuto la fortuna di cadere in un cespuglio del giardino che, come un materasso vegetale ha attutito gli effetti dell’impatto. Il piccolo ha riportato delle ferite lacero contuse, ma nessun trauma serio.

Il suo pianto ha attirato l’attenzione dei genitori che in un crescendo di disperazione si sono affacciati dalla terrazza prendendo coscienza di quanto successo. Usciti all’esterno, mamma e papà di origine indiana hanno allertato i soccorsi. Sul posto il personale sanitario, che dopo le prime cure del caso ha trasferito per tutti gli accertamenti il piccolo all’ospedale di Montichiari. Per fortuna l’impatto con il cespuglio ha evitato gravi ferite e dunque il bambino se l’è cavata con qualche ferita e soprattutto con un grande spavento. Paura per il piccolo, ma anche per i genitori. In via Ciotti è intervenuta anche una pattuglia dei carabinieri della stazione di Montichiari. I militari ascoltando i genitori e altri residenti, hanno ricostruito l’accaduto. Il bambino è uscito per recuperare un giocattolo, quando è riuscito a farsi spazio tra le grate e così è precipitato dal secondo piano dell’abitazione.

L’incidente presenta analogie con quello successo a Manerbio, all’incrocio tra via San Faustino e vicolo Pendente. Un bambino di 3 anni, mentre la mamma era impegnata nelle pulizie di casa, si è affacciato dal davanzale della finestra precipitando sull’asfalto. Inizialmente il volo da tre metri di altezza sembrava non aver provocato gravi traumi, ma con il passare delle ore le condizioni del piccolo, inizialmente ricoverato in osservazione all’ospedale di Manerbio, sono peggiorate: è stato trasferito in elicottero al Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita. •.

Valerio Morabito

Suggerimenti