CHIUDI
CHIUDI

15.05.2019

La discarica Bettoni supera le forche caudine del Tar

I rifiuti stoccati nell’ex discarica Bosco Sella di Castegnato non incidono sul calcolo del fattore di pressione. O almeno non quelli smaltiti prima del 1986. Lo si legge nell’ordinanza del Tar, che in attesa di valutare il ricorso della società Bettoni, ha sospeso gli effetti del provvedimento della Provincia che nega l’ampliamento della discarica in località Cascina Rinascente di Travagliato, destinata ad accogliere altri 685mila metri cubi di scarti inerti. La trattazione del merito è stata rinviata al 18 dicembre. Tutto si gioca sul calcolo del fattore di pressione, che prevede un doppio limite volumetrico comunale e areale che considera un bacino di 5 chilometri. Secondo Bettoni, nel calcolo «vanno considerate solo le discariche autorizzate a partire dalla legge del 1980, escludendo perciò quelle più vecchie, anche se censite». Secondo la stima del gestore, nella discarica Bosco Sella tra il 1986 ed il 1989 sono stati conferiti 1.415.649 metri cubi di rifiuti, determinando un fattore di pressione areale pari a 60.299 metri cubi per chilometro quadrato, «vicino, ma al di sotto, del limite escludente». Non così per i tecnici della Provincia, i quali sostengono che a Bosco Sella - discarica aperta nel 1973 da Asm Brescia e attiva fino al 1989 - sono state smaltite complessivamente 3.436.243 tonnellate di rifiuti, che farebbero alzare l’asticella del fattore di pressione areale, escludendo di fatto il progetto di ampliamento. «È vero che i conferimenti sono stati consentiti anche nel periodo transitorio, ma questa ragione di interesse pubblico non ha regolarizzato automaticamente le discariche esistenti - si legge nell’ordinanza del Tar -. Nel caso di Bosco Sella, la regolarizzazione è avvenuta nel 1986. Protesta Silvio Parzanini, presidente del Circolo della Franciacorta: «Ricorreremo al Consiglio di Stato. Nel frattempo chiediamo l’intervento della Regione e aspettiamo che anche il Comune di Travagliato prenda posizione su questo ennesimo sfregio al territorio». •

C.REB.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1