CHIUDI
CHIUDI

10.11.2019

Un «lago» nel parcheggio per scuola e ospedale La protesta va in canotto

Il canotto, simbolica protesta per la situazione dei parcheggi
Il canotto, simbolica protesta per la situazione dei parcheggi

Con l'arrivo delle piogge si ripropone il problema del parcheggio di fronte all'Asl e all'Ospedale di Montichiari. NELLA MATTINATA di venerdì, a causa del maltempo, diverse persone hanno avuto difficoltà a entrare dall’ingresso principale dell’Asl che era letteralmente allagato. Ma non è tutto, visto che in questi ultimi giorni a sollevare la questione, a differenza del recente passato, sono state anche alcune mamme che accompagnano i figli alla scuola di via Falcone, davanti al piazzale. IL CASO è riemerso (letteralmente) quando è apparso sul sito internet dell’istituto scolastico un invito in cui è stato chiesto in maniera esplicita di «parcheggiare l’auto nel parcheggio antistante via Falcone» sottolineando che «è vietato parcheggiare davanti al cancello di via Avis». Una scelta, quella della scuola, volta a garantire la sicurezza dei propri alunni dal via vai di automobili. Il divieto di parcheggiare riguarda infatti le fasce orarie specifiche in cui gli alunni entrano ed escono. Ma così è tornata a galla (letteralmente) il problema storico del parcheggio di fronte ad Asl e Ospedale: i genitori sono costretti a parcheggiare in quell’area con buche sempre più profonde dove quando piove di formano enormi pozzanghere. Per protesta venerdì qualcuno ha gonfiato un canotto e l’ha fatto galleggiare tra le grandi pozzanghere che si sono create. Tra i problemi, che con il trascorrere del tempo diventano sempre più evidenti, c'è anche quello legato ai parcheggi riservati ai diversamente abili, perché le linee gialle sono quasi scomparse, senza contare che poi una persona in carrozzina, tra le buche piene d’acqua, è particolarmente in difficoltà. In questi giorni il consigliere regionale Claudia Carzeri incontrerà i vertici dell’ospedale per cercare una soluzione, anche se potrebbero servire almeno 400 mila euro per risistemare l’intero parcheggio.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1