CHIUDI
CHIUDI

18.02.2020

Vandali ubriachi,
baby gang
in trappola

I carabinieri davanti al centro sportivo finito nel mirino del vandali
I carabinieri davanti al centro sportivo finito nel mirino del vandali

Erano talmente ubriachi che quando è arrivato il custode dell’impianto sportivo non sono riusciti nemmeno ad alzarsi dai tappetini per gli esercizi ginnici su cui si erano sdraiati per smaltire la sbornia. Un dettaglio «specchio» della gang di baby balordi che da un mese aveva preso di mira la palestra comunale di Pontevico bersaglio di blitz vandalici e furti. Nel corso della prima irruzione, un 19enne e due minorenni di 16 e 14 anni avevano tagliato e reso inutilizzabile il telone della tensostruttura che ospita i campi da tennis. Durante i due raid successivi la banda ha imbrattato le attrezzature ginniche e svaligiato il distributore delle bevande calde. Il quarto assalto è stato fatale ai vandali: sabato mattina, all’apertura della palestra comunale, il custode ha sorpreso i tre ragazzi che giacevano ubriachi sui tappetini della struttura di via Cavalieri di Vittorio Veneto. I componenti della baby gang g hanno provato a fuggire, ma a causa della sbornia sono ripiombati sul pavimento. Nel giro di qualche minuto, è arrivata sul posto una pattuglia dei carabinieri della stazione di Pontevico che ha accompagnato i ragazzi in caserma. I vandali sono stati identificati e denunciati per danneggiamenti e furto. Per il 16 e il 14enne è scattata la segnalazione al tribunale dei minorenni. Spetterà ai genitori risarcire i danni provocati dai figli. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

V.MOR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1