la storia

Verolanuova, farmacista salva la vita a un cliente colpito da infarto

di Cinzia Reboni
Isabella Tomasoni si è accorta subito della gravità della situazione e non ha perso tempo. Sui social il toccante messaggio della figlia dell'uomo: "Se ho ancora un papà, lo devo a te"
Isabella Tomasoni, la farmacista che ha salvato la vita a un cliente colpito da infarto
Isabella Tomasoni, la farmacista che ha salvato la vita a un cliente colpito da infarto
Isabella Tomasoni, la farmacista che ha salvato la vita a un cliente colpito da infarto
Isabella Tomasoni, la farmacista che ha salvato la vita a un cliente colpito da infarto

Istinto e sensibilità. Due doti che di certo non mancano a Isabella Tomasoni, farmacista di Verolanuova che, grazie alla sua prontezza di spirito, ha salvato la vita ad un pensionato. Giovedì pomeriggio un 68enne, cliente abituale della farmacia, è entrato per acquistare un'aspirina. «Ho visto che era particolarmente pallido – spiega Isabella Tomasoni -, ma al momento non mi sono preoccupata». Ma è stata questione di una manciata di minuti. Il 68enne è  salito sulla sua automobile e ha iniziato a sentirsi male, accusando un attacco cardiaco.

Il cliente si è sentito male e la farmacista l'ha soccorso

«Fortunatamente aveva parcheggiato proprio davanti alla porta d'ingresso, peraltro dove normalmente si sosta per pochi minuti, giusto per entrare in farmacia. E infatti alcuni clienti mi hanno segnalato una persona sofferente all'interno di un'auto ferma nel parcheggio - racconta Isabella Tomasoni -. Ho subito sospettato che fosse proprio il cliente che aveva appena comprato l'aspirina e mi sono affacciata sulla porta: ho visto l'auto ferma, il sedile era leggermente reclinato. Quindi sono uscita subito per accertarmi della situazione».

Avvisaglie di un infarto, intervento tempestivo

In effetti l'uomo stava male. «Ho aperto la portiera e ho visto che si teneva le mani sul petto – spiega la farmacista di 31 anni -. Era molto bianco in volto e aveva una sudorazione eccessiva. Ho capito che stava per avere un infarto, e ho chiamato i soccorsi. Lui in realtà non voleva: era preoccupato perchè la moglie in quel momento si trovava a Salò, dalla figlia. Ma io ho insistito, e ho fatto bene».

Il 68enne trasferito in ospedale e operato d'urgenza

Nel giro di un quarto d'ora è arrivata l'ambulanza. «La rapidità dei soccorsi è stata determinante – spiega Isabella Tomasoni, da 5 anni in servizio alla farmacia Ferrari di via De Gasperi -: l'uomo è stato operato d'urgenza all'ospedale di Manerbio e lunedì mattina è uscito dalla terapia intensiva ed è fuori pericolo. La tempestività in questi casi è fondamentale, affinchè l'attacco cardiaco non provochi danni irreversibili».

Il ringraziamento della figlia alla farmacista sui canali social

«È solo grazie a lei se oggi ho ancora un papà", ha scritto la figlia sui social, ringraziando la dottoressa Tomasoni. «Se non fosse uscita subito per vedere come stava, mio padre sarebbe sicuramente morto in macchina: è stata un angelo per noi».

Il plauso del presidente dell'Ordine dei Farmacisti lombardi

Una storia a lieto fine grazie ad un intervento provvidenziale. «I miei colleghi, con la loro professionalità, rappresentano un tassello importante per una sanità che vuole essere sempre vicina ai cittadini – sottolinea Francesco Rastrelli, presidente dell'Ordine dei Farmacisti di Brescia e delegato regionale degli Ordini dei Farmacisti della Lombardia -. Da Verolanuova è arrivata l'ennesima conferma del ruolo strategico che le farmacie stanno sempre più assumendo sul territorio. Una presenza che il Covid ha fatto riscoprire e che è destinata ad essere incrementata, quando verranno messi a terra tutti quei servizi che, come autentico presidio di salute di prossimità, sono in grado di mettere a disposizione dei cittadini»