L'ANNUNCIO

Anti-Covid agli over 65: da lunedì le prenotazioni

Il governatore Attilio Fontana ha confermato l'apertura della nuova fascia

La campagna vaccini prosegue in Lombardia a ritmi serrati e così, dopo i 70enni, da dopodomani si aprirà la possibilità anche per gli over 65. Ad annunciarlo è stato il Governatore lombardo Attilio Fontana: «Da lunedì prossimo, 19 aprile, apriremo le prenotazioni per la fascia degli over 65, quindi potrò mettermi in lista anch'io - ha detto -. La Lombardia ha intanto superato i 2.250.000 vaccini somministrati e la media giornaliera si è attestata alle 50.000 somministrazioni al giorno». Mentre per quanto riguarda la situazione epidemiologica il presidente ha rimarcato come dai dati la Regione Lombardia potrebbe già essere considerata zona gialla: «In questo momento sono presenti dei limiti sul cambiamento delle fasce ma i numeri sono certamente positivi», ha sottolineato. Una notizia commentata su Twitter anche dalla vicepresidente della Lombardia, Letizia Moratti: «Vaccinare sempre più persone per arrivare agli stessi risultati già raggiunti per le Rsa. Zero contagi. Salviamo vite. Vacciniamo» ha aggiunto l’assessore rilanciando la campagna per gli over 65. Le procedure per prenotarsi sono quelle che ormai i cittadini lombardi e bresciani hanno imparato a conoscere nelle ultime settimane (vedi tabella); peraltro dopo il passaggio da Aria alla piattaforma di Poste Italiane la semplicità di questo tipo di prenotazioni (per i fragili ad esempio non è così) pare ormai essere acclarata e quindi adesso la campagna vaccinale massiva può davvero accelerare a pieno regime anche a Brescia, Sul fronte riaperture, invece, la reazione dell’assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, Guido Guidesi, è stata diretta: «Un grande passo avanti. Un risultato significativo ottenuto grazie ai nostri appelli al buonsenso che speriamo possa avere un seguito nel breve periodo con un’ulteriore programmazione delle riaperture, in sicurezza, delle attività». Poi il riferimento proprio alla campagna vaccinale: «Potremmo vaccinare 150mila persone al giorno e questo significherebbe velocizzare la messa in sicurezza dei lombardi anziani e fragili e un più veloce ritorno al lavoro per tante attività». Sono 14.377.002 nel frattempo i vaccini anti-Covid somministrati in Italia, l'83,8 per cento delle dosi finora consegnate, pari a 17.159.780 (11.845.080 Pfizer, 1.320.400 di Moderna e 3.994.300 di AstraZeneca), mentre ammonta a 4.273.149 il totale delle persone vaccinate a cui sono state somministrate la prima e la seconda dose di vaccino. Per quanto riguarda la suddivisione territoriale, in testa in termini percentuali, il Veneto con 1.253.780 dosi (l'89,6 per cento) mentre la Lombardia è la regione che finora ha somministrato più vaccini (2.263.919 dosi).•.

Giuseppe Spatola

Suggerimenti