IL BILANCIO

Contagi, a Brescia +56% in una settimana

In Lombardia aumenta anche il tasso di positività al Covid, all'1,5%. Ancora in miglioramento però i dati di occupazione delle strutture ospedaliere

A Brescia l’andamento dei contagi Covid in valore assoluto si mantiene pressoché stabile nelle ultime 24 ore. Se si va indietro nel tempo, tuttavia, i dati sono più preoccupanti: negli ultimi 7 giorni i positivi sono aumentati del 56% (media giornaliera di 27 nuovi positivi contro i 23 dei 7 giorni precedenti). La media degli ultimi tre giorni è di 30,7 nuovi casi contro i 25,7 dei tre giorni precedenti con un’incidenza ogni 100 mila abitanti che sale dal 14,3 al 15,4 per cento. Nel dettaglio, secondo il bollettino diffuso ieri dalla Regione in provincia nelle ultime 24 ore si sono registrati 38 nuovi casi contro i 45 della giornata precedente. Di questi, 37 nel territorio di Ats Brescia dove crescono gli isolamenti a domicilio (da 273 a 299) e aumenta anche il numero di guariti (da 94.167 a 94.178). Anche ieri non si è registrato nessun decesso: il numero delle vittime resta stabile a 4.089 oltre alle 331 della Vallecamonica. In Lombardia sono 564, a fronte di 37.062 tamponi eseguiti, i nuovi casi per un tasso di positività che sale all’1,5%. Continua il calo dei ricoverati in terapia intensiva che sono 28 (-3) così come dei ricoverati nei reparti ordinari sono 132 (-4). Intanto ieri l’assessore regionale al Welfare Letizia Moratti ha annunciato che è stato tagliato il traguardo delle 7 milioni di adesioni alla campagna vaccinale. «Da domani, giovedì, i centri vaccinali lombardi aumenteranno di 50.000 posti le disponibilità complessive per prenotare la prima dose, dal 29 luglio, per tutte le fasce di età», ha detto. Non solo. Anche «la proposta ai turisti di altre regioni di ricevere la seconda dose in Lombardia produce effetti positivi, a oggi sono 1.054 le richieste». •.

Natalia Danesi

Suggerimenti