ENERGIA

Un milione di euro a Brescia dal governo per mitigare il caro bollette

Nel link la lista di tutti i comuni bresciani e lombardi con le relative erogazioni. La cifra stanziata si aggiunge agli oltre cinque milioni messi sul piatto dal Comune di Brescia
Caro bollette: le erogazioni dal Governo e dagli enti locali
Caro bollette: le erogazioni dal Governo e dagli enti locali
Caro bollette: le erogazioni dal Governo e dagli enti locali
Caro bollette: le erogazioni dal Governo e dagli enti locali

Dal Governo arrivano i primi duecento milioni di euro destinati ai Comuni italiani come contributo per contrastare il caro energia. La distribuzione nazionale ha tenuto conto delle classi di consumo di elettricità e gas in base ai dati Siope (Sistema informativo sulle operazioni degli enti pubblici). Il denaro è erogato a ciascuna realtà territoriale sulla base della popolazione residente: a Brescia 1,093 milioni di euro, a Desenzano 90.854, a Gussago 42.241, a Lumezzane 56.973, a Montichiari 68.346, a Rovato 62.060, a Chiari 66.615, a Palazzolo 69.873. 
Pur tenendo conto che a breve verrà pubblicato un nuovo decreto e che oltre ai fondi di cui sopra arriveranno complessivamente altri 170 milioni, il sindaco di Brescia fa sapere che i soldi non bastano e che l’Anci (l’associazione nazionale dei comuni italiani di cui Emilio Del Bono è uno dei vice presidenti) «chiederà altre risorse per arrivare a fine anno da erogare attraverso l’emanazione di altri decreti».
Quanto in arrivo dallo Stato va a sommarsi ai 5,2 milioni di euro che Palazzo Loggia ha destinato a un fondo per interventi di sostegno economico per contrastare l’aumento delle bollette dell’energia, di cui poco meno di 4 a favore di famiglie residenti in città con soglia Isee inferiore a 12 mila euro. Qui, da pagina 2 del documento in PDF, l'elenco di tutti i comuni lombardi: nella tabella l'ultima colonna indica il contributo definitivo con applicazione della soglia minima.