sicurezza Il fine settimana si è aperto con i primi interventi, che hanno già dato risultati

I controlli di Pasqua: ci sono subito gli arresti

Controlli a tutto campo delle forze dell’ordine nel primo giorno «rosso» del ponte di Pasqua. La macchina dei controlli si è messa in moto fin dalle prime ore della giornata e nel mirino, oltre alle vie dei centri cittadini, sono finite soprattutto le arterie stradali che portano lontano dal capoluogo. Una particolare attenzione è stata data soprattutto ai caselli autostradali dove le pattuglie hanno fermato e controllato decine di autoveicoli senza riscontrare violazioni significative. Ben diverso è quello che ieri pomeriggio dopo le 16.30 è successo in via Bianchi, in città, dove la polizia Locale ha arrestato due fratelli (entrambi bresciani e residenti nel capoluogo) di 34 e 27 anni accusati a vario titolo di resistenza, violenza, oltraggio e per non avere esibito un documento di identità. Tutto è accaduto all’esterno di un bar di via Bianchi dove alcuni residenti avevano segnalato la presenza di una decina di persone intente a bere e chiacchierare senza mascherina. All’arrivo delle pattuglie i due si sono messi ad insultare gli agenti (spalleggiati anche da latri avventori) cercando di non farsi identificare. Uno dei due ha cercato di fuggire, ma dopo essere inciampato goffamente è stato bloccato. Il più giovane, entrato nella mischia per difendere il fratello, è addirittura arrivato a morsicare ad una gamba uno degli agenti delle quattro pattuglie intervenute. Tutti e due sono finiti ai domiciliari in attesa della direttissima prevista per lunedì mattina.•.

Mario PariPaolo Cittadini

Suggerimenti