Fronte dell’Oglio, dosi per altri 20mila over 60

L’allargamento del cordone sanitario d’emergenza coinvolgerà altri 19 comuni dell’Ovest bresciano. L’anticipazione di Guido Bertolaso, il consulente regionale per il piano vaccinazioni, entra nel dettaglio degli over 60 coinvolti. Le persone tra i 60 e i 79 anni che saranno sottoposte a vaccinazione nei 19 comuni dell’allargamento (elencati nella tabella a fianco) sono 23.012. Si aggiungono ai 6.899 over 80 della campagna già in atto. Nei primi otto comuni scelti dalla Regione per fare da argine (Iseo, Roccafranca, Rudiano, Urago d'Oglio, Pontoglio, Palazzolo sull'Oglio, Capriolo e Paratico), mentre si attendono i dati sulle prenotazioni per gli over 60 partite venerdì, stanno crescendo le adesioni vaccinali tra gli over 80. A Roccafranca, ad esempio, dopo l'allarmante 50% dei giorni scorsi, in due giorni sono passate al 65% di venerdì e al 71% di ieri: da 146 a 171. «Incoraggianti – ha spiegato il sindaco Marco Franzelli – sono i primi riscontri sulle vaccinazioni per gli over 60. I dati Ats non ci sono ancora, ma ci sono quelli delle due farmacie di Roccafranca e Ludriano: 600 adesioni tra i due esercizi, a cui si sommano quelli che hanno fatto da sé sul portale di Regione: il dato degli aventi diritto è di 952. Siamo a circa il 63% tra i sessantenni in poche ore di prenotazioni. Abbiamo motivo di sperare che si arrivi vicino al 90%». Anche Rudiano fa parte del «cordone», e il sindaco Alfredo Bonetti è soddisfatto di un incremento che in 24 ore ha portato a 258 adesioni su 322 aventi diritto, per una percentuale di 80,13%. Cresce anche Urago d'Oglio che su un totale di 228 aventi diritto ieri ha visto raggiungere il 70% con 159 adesioni contro le 150 di venerdì. Nel «cordone» pare stia per essere inserito anche Chiari, che sul fronte over 80 ha già raggiunto il 70% con oltre 1000 adesioni su 1436 aventi diritto. In costante crescita poi i dati sulle vaccinazioni effettuate come riferisce Alessandro Gozzini, consigliere comunale delegato all'hub (Pontoglio, Chiari, Roccafranca, Rudiano, Comezzano Cizzago, Castelcovati e Urago d'Oglio): dai 200 di mercoledì si è passati ai 1.000 di venerdì, ai 1.200 di ieri e si punta settimana prossima a raggiungere i 1.500 vaccinati. Nei due poli vaccinali di Iseo e di Chiari anche ieri la campagna vaccinale è proseguita superando la media di oltre duemila inoculazioni di venerdì. «Alcune équipe, un medico, un infermiere e un amministrativo - ha raccontato il direttore generale Mauro Borelli - si sono recati nei centri diurni e a domicilio, per vaccinare disabili e chi non poteva raggiungere il polo segnalato». Nei comuni dell’Ovest l’annuncio della vaccinazione degli over 60, sta spingendo ad aderire gli over 80, che non si erano prenotati. Le Amministrazioni li stanno ricorrendo al telefono ma, come ha spiegato Luigi Vezzoli, sindaco di Capriolo, «non è semplice: con un operatoreper telefono siamo riusciti a convincere 120 dei 300 over 80 che non avevano aderito, aiutandoli, per gli altri andremo casa per casa». Anche a Palazzolo, l’assessore ai servizi sociali Ombretta Pedercini ha comunicato che si sta prendendo contatto con tutti per offrire «informazione e aiuto a partire dai più fragili e isolati». •.