Già aperte le iscrizioni al «Festival del Futuro»

La presentazione del Festival del Futuro: Enrico Sassoon, Matteo Montan, Gian Luca Rana, Giuseppe Castagna e Luigi ConsiglioI temi forti del Festival: economia, ambiente, digitale e  crescita
La presentazione del Festival del Futuro: Enrico Sassoon, Matteo Montan, Gian Luca Rana, Giuseppe Castagna e Luigi ConsiglioI temi forti del Festival: economia, ambiente, digitale e crescita
La presentazione del Festival del Futuro: Enrico Sassoon, Matteo Montan, Gian Luca Rana, Giuseppe Castagna e Luigi ConsiglioI temi forti del Festival: economia, ambiente, digitale e  crescita
La presentazione del Festival del Futuro: Enrico Sassoon, Matteo Montan, Gian Luca Rana, Giuseppe Castagna e Luigi ConsiglioI temi forti del Festival: economia, ambiente, digitale e crescita

[FIRMA]Sono aperte le iscrizioni gratuite alla prima edizione del Festival del Futuro (basta registrarsi sul sito festivaldelfuturo.eu), grande evento su scienza, economia, ambiente che si terrà in Fiera a Verona il 16 e 17 novembre. Un vero e proprio Think Tank per discutere sul mondo che verrà e immaginare le soluzioni per le sfide che ci attendono per lo sviluppo e la sostenibilità ambientale.Una due giorni fitta di incontri con 37 «future maker», vale a dire scienziati, medici, economisti, imprenditori, esperti di ambiente e di geopolitica che si confronteranno su 8 macrotrend che definiscono altrettante sfide globali: nutrizione, clima, intelligenza artificiale, robotizzazione del lavoro, longevità, governo dei processi di digitalizzazione, prospettive economiche per il ventunesimo secolo, orizzonti della scienza.A questi si aggiungono due focus tematici, sul futuro della ricerca medica e sulla radioterapia per la cura dei tumori, oltre ad uno spazio espositivo nel quale il pubblico potrà fare esperienza diretta dei dispositivi innovativi realizzati da alcune startup. Tra i relatori Enrico Giovannini (Asvis), Francesco Profumo (Compagnia di San Paolo), Alfonso Fuggetta (Cefriel), Luca Attias (Commissario per l’Agenda digitale), Gianmarco Montanari (Istituto Italiano di Tecnologia), Gian Luca Rana (ad di Pastificio Rana) e Stefano Sordelli (Volkswagen). L’evento è promosso dalla piattaforma di studio e divulgazione scientifica Eccellenze d’Impresa, Harvard Business Review Italia e dal Gruppo editoriale Athesis. E proprio Enrico Giovannini, già presidente dell’Istat e ministro del Lavoro e ora portavoce dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (Asvis), suggerisce la ricetta per affrontare la sfida della crisi climatica senza far precipitare il pianeta nella spirale della depressione economica: stimolare la crescita delle energie rinnovabili, investire nelle catene alimentari per aumentare la produttività, implementare i modelli di sviluppo nei Paesi più poveri, promuovendo l’educazione di tutti e riducendo le disuguaglianze, economiche ma anche di genere. Il suo intervento nello studio Macrotrends 2019-2020 di Harvard Business Review Italia sarà distribuito in anteprima al Festival del Futuro.«Il Festival ha visto una grande mobilitazione di tutti gli stakeholders del nostro territorio, che hanno creduto fin dal primo momento in questa iniziativa, che punta a restituire con le idee e con i fatti una spinta di cambiamento sulla direttrice di sviluppo più importante, il nostro futuro», spiega Matteo Montan, amministratore delegato del Gruppo editoriale Athesis. «Viviamo in un’epoca di crescenti squilibri che generano incertezza e conflitti», commenta Enrico Sassoon, direttore responsabile di Harvard Business Review Italia, «e solo analizzando il presente e scrutando il futuro possiamo tentare di ricomporre un nuovo equilibrio». Il festival sarà infatti uno spazio nel quale «temi che solitamente sono affrontati da addetti ai lavori possono incontrare il grande pubblico», aggiunge Luigi Consiglio, presidente di Gea, società di consulenza che promuove la piattaforma Eccellenze d’Impresa, «perché sono temi che toccano tutti ma della cui importanza ancora non c’è sufficiente consapevolezza». Un format che si ripeterà a cadenza annuale nella nostra città.[END]

Francesca Lorandi

Suggerimenti