L'INDAGINE

In Lombardia 6 positivi su 10 da variante inglese

Moratti: "Su 2.023 campioni 978 casi da varianti"
Un laboratorio per le analisi dei tamponi Covid
Un laboratorio per le analisi dei tamponi Covid
Un laboratorio per le analisi dei tamponi Covid
Un laboratorio per le analisi dei tamponi Covid

A Brescia è stata isolata per la prima volta in Italia la variante nigeriana del Covid, ma a destare preoccupazione è anche la la variante inglese che si sta diffondendo senza freni in Lombardia. Secondo quanto riferito dall'assessore al Welfare Letizia Moratti in Consiglio regionale, è presente nel 64%  dei tamponi positivi estratti casualmente e analizzati dai laboratori lombardi. 

«Dal campionamento su base regionale tra i vari laboratori che hanno partecipato si osserva un range che va dal 43 all’86% - continua Moratti -. Complessivamente dall’inizio dell’attività di genotipizzazione sono stati analizzati 2.023 campioni e identificati 978 (il 48%) casi di variante, di cui 18 sudafricane, 10 brasiliane, 578 del Regno Unito, e 372 compatibili con una delle tre varianti».